Spaccio stupefacenti, due arresti e una denuncia nel maceratese

23

PROVINCIA DI MACERATA –  La Compagnia di Macerata per contrastare il dilagante fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti ha predisposto mirati servizi di controllo del territorio.

Nella serata di ieri, 12 gennaio 2024, i Carabinieri della Stazione di Cingoli hanno eseguito due arresti in flagranza per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
A finire in manette un ragazzo di nazionalità marocchina di 24 anni ed un giovane italiano appena 19enne, entrambi gravati da precedenti, trovati con circa 157 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish.
L’episodio si è verificato nel corso della tarda serata di ieri quando una pattuglia della Stazione di Cingoli decide di controllare una vettura ferma in una zona poco frequentata di quel centro. Alla vista dei militari uno dei due giovani ha subito tentato di disfarsi di un contenitore contenente della droga mentre l’altro è apparso subito nervoso per il controllo cui venivano sottoposti. Difatti i successivi e conseguenti approfondimenti svolti dagli operanti nei loro confronti – conclusisi con le perquisizioni, sia personali che estese all’autovettura e alle loro abitazioni – hanno consentito di recuperare e sottoporre a sequestro, complessivamente 157 g. circa di hashish, in parte già suddivisa in piccole dosi pronte per lo spaccio ed altre ancora da confezionare, oltre ad un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento, un coltellino ed alla somma in contanti di 455,00 euro, danaro che gli inquirenti ritengono provento dello spaccio.
Su disposizione del Pubblico Ministero di turno i due giovani, arrestati nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, sono stati sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo dinanzi al Tribunale di Macerata.
Nella giornata odierna, alle ore 13.30, si è tenuta l’udienza dinanzi al Tribunale di Macerata nel corso della quale l’arresto è stato convalidato e il Giudice, a seguito della richiesta dei termini a difesa presentata dai difensori di fiducia degli imputati, ha applicato nei loro confronti la misura dell’obbligo di presentazione presso la P.G. per tre giorni a settimana, fisando il dibattimento per il giorno 16 febbraio p.v..
Sempre nel corso della decorsa nottata, invece, i militari della Stazione di Pollenza, hanno denunciato in stato di libertà un 24enne cittadino italiano, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo hashish e cocaina.
Il giovane, fermato da una pattuglia dei Carabinieri a Pollenza, mentre si trovava in transito per quel centro alla guida della sua autovettura, è apparso sin da subito agitato per il controllo al quale veniva sottoposto.
Il motivo di tale nervosismo è stato chiaro quando i carabinieri, a seguito della perquisizione alla quale hanno sottoposto il giovane, hanno rinvenuto sulla sua persona 60 grammi circa di hashish e 1,5 grammi circa di cocaina, suddivisi già in dosi pronte per lo spaccio.
La perquisizione effettuata, congiuntamente alle pattuglie del Nucleo Radiomobile e della Stazione di Treia, presso la sua residenza dell’alto maceratese, ha consentito di trovare il materiale per la preparazione ed il confezionamento delle dosi, a conferma del sospetto che tale sostanza fosse destinata allo spaccio e non all’uso personale da parte del giovane.
La droga e tutto il materiale per il confezionamento rinvenuto sono stati sottoposti a sequestro penale.
Resta alta l’attenzione dei carabinieri della Compagnia di Macerata per arginare il fenomeno dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti, con un’incessante attività di controllo capillare del territorio.