Senigallia, dal 2 settembre controlli degli impianti termici

Comune Senigallia e Aset spa: “In casa hai un cuore, dal 2 settembre hai l’obbligo di renderlo sicuro”

SENIGALLIA (AN) – Risparmio energetico, economico, maggior sicurezza e durata per gli impianti termici, in particolare per le caldaie domestiche, con un occhio alla tutela dell’ambiente. Sono questi gli obiettivi a cui mirano i controlli sugli impianti termici che avvieranno, dal 2 Settembre 2019, il Comune di Senigallia e Aset S.p.A.
Le attività di ispezione degli impianti termici, come previsto dalla legge regionale n. 19/2015 e dal regolamento approvato con DGM 102 del 30/04/2019, prendono il via in seguito all’approvazione della legge regionale n. 19 che disciplina le attività di controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici (sia autonomi che centralizzati – alimentati a combustibile gassoso, liquido o solido degli edifici pubblici e privati – sia per la climatizzazione invernale che estiva, sia di teleriscaldamento che cogenerativi), al fine di contenere i consumi e favorire l’efficienza energetica degli edifici.
Per il Comune di Senigallia le attività di accertamento e ispezione sugli impianti termici saranno svolte a partire dal prossimo 2 settembre 2019 da Aset S.p.A.; congiuntamente l’amministrazione comunale e la società multi servizi fanese hanno ritenuto utile diffondere un’informativa all’interno della bolletta degli utenti, per spiegare ai cittadini quali sono i dettagli dell’applicazione della legge.
La legge regionale 19/2015 prevede infatti l’accertamento e l’ispezione degli impianti termici degli edifici pubblici e privati.
Aset S.p.A. provvederà ad inviare ai cittadini una raccomandata con la quale comunicherà giorno e fascia oraria previsti per l’ispezione. Sarà facoltà del responsabile dell’impianto termico concordare con Aset lo spostamento dell’ispezione. Le ispezioni riguarderanno l’occupante di un’abitazione, il proprietario, l’amministratore di condominio, il terzo responsabile, ovvero tutti i responsabili di impianto che non hanno assolto agli obblighi previsti dalla Legge Regionale 19/2015; tutti i responsabili degli impianti termici per i quali, in base alla documentazione prodotta, si evincono possibili situazioni di pericolosità, e tutti i responsabili degli impianti termici per i quali, in base alle potenze e caratteristiche tecniche, le ispezioni sono comunque obbligatorie.
I responsabili di impianto che non hanno effettuato i controlli, o li hanno effettuati in ritardo, saranno soggetti a visita ispettiva a pagamento a loro carico, il cui costo è variabile a seconda della tipologia di impianto.
Il Comune potrà inoltre applicare le sanzioni amministrative pecuniarie previste dalla legge regionale nei casi di mancanza del libretto di impianto, di accertamento della mancata effettuazione dell’ultima manutenzione e di mancato rispetto della richiesta di adeguamento tecnico dell’impianto.
Effettuare tutti i controlli previsti dalla legge è necessario per un maggiore risparmio energetico, per consumare meno combustibile a parità di calore prodotto, per risparmiare sulle spese di riscaldamento e aumentare la durata dell’impianto termico, per ridurre l’emissione di sostanze inquinanti in atmosfera e concorrere a migliorare la qualità dell’ambiente in cui viviamo e, infine, ma non meno importante, per controllare che l’impianto non costituisca pericolo per sé e per i vicini di casa.

Altre informazioni e approfondimenti sono disponibili agli indirizzi: www.comune.senigallia.an.it e www.asetservizi.it