Sant’Elpidio a Mare, “Scorci di Città Medioevo 2021”

5

Il 16, 17, 18 luglio prossimi Sant’Elpidio a Mare torna indietro nel tempo con spettacoli e cene in contrada.Taverne aperte e pubblico a sedere
Ingressi gratuiti ,ma contingentati

SANT’ELPIDIO A MARE (FM) – Si svolgerà dal 16 al 18 luglio prossimi, a Sant’Elpidio a Mare, la manifestazione “Scorci di Città Medioevo 2021”,l’appuntamento dell’estate elpidiense. Sant’Elpidio a Mare si prepara a ritornare ancora una volta indietro nel tempo e a rievocare le suggestive atmosfere medievali all’interno delle sue mura antiche.

La manifestazione, nonostante i problemi derivati dall’emergenza sanitaria in corso, intende ribadire la propria importanza all’interno del cartellone degli eventi della Contesa del Secchio, garantendo allo stesso tempo il dovuto rispetto delle misure per il contenimento del Covid-19.

Scorci di Città Medioevo è il nome scelto per l’evento, che sarà eccezionalmente gratuito per questa edizione, concepita per mettere in evidenza soprattutto gli scorci e i punti di forza più caratteristici e affascinanti di Città Medioevo.

Gli ingressi saranno contingentati e permetteranno l’accesso con un turnover controllato di un massimo di mille persone, mentre gli spettacoli si terranno a ripetizione oraria e in aree predisposte con posti a sedere.

Pure quest’anno, infatti, le attrazioni e il divertimento non mancheranno, anche grazie agli artisti che allieteranno e coinvolgeranno i presenti con le loro spettacolari esibizioni. Ogni sera andranno in scena sei spettacoli in altrettante postazioni fisse: oltre a quella posta in Piazza Matteotti, quattro di queste saranno a disposizione delle contrade storiche e una per le delegazioni foranee. Le attrazioni verranno ripetute più volte durante le serate e l’organizzazione ha previsto posti a sedere per il pubblico.

Nello specifico, il programma di Scorci di Città Medioevo 2021 prevede in Piazza Matteotti le esibizioni della compagnia teatrale Accademia Creativa nelle serate di venerdì 16 e domenica 18 luglio, dei giullari acrobatici Acrobati del Borgo e degli artisti di strada Giullari di Spade sabato 17 luglio.

Sempre in Piazza Matteotti sono previsti nelle tre serate gli show di apertura e chiusura evento da parte dei Musici del Marchesato di Santa Catarina, che si esibiranno anche presso l’Arena A. Sordi in via Cunicchio con gli spettacoli serali.

Nella stessa zona si avranno anche le esibizioni delle Delegazioni foranee: “La Lite delle comari” vedrà protagoniste le delegazioni Porto, Santa Croce e Castel di Castro. Quest’ultima metterà in mostra anche una dimostrazione di Scherma storica.

Per quanto riguarda gli spettacoli delle contrade storiche: “La Historia de lo Abate Luxurioso”, proposta dai contradaioli della Contrada San Giovanni, sarà l’attrazione di Piazzale Manlio; “Iter Diabolicum”, messo in scena dalla Contrada San Martino, si terrà presso Piazzetta Berdini in Largo Canuti; “Andreuccio da Perugia” e “Madonna Dianora”, esibizioni a cura della Contrada Sant’Elpidio e dirette da Roberto e Carla Rossetti , si svolgeranno nello Slargo dei Torrioni in via Gherardini; “La Rivolta del pane”, messa in scena dall’Associazione teatrale Lupo Innocente per la Contrada Santa Maria, avrà come location il Chiostro di San Francesco in Corso Baccio.

Come di consueto le Contrade Storiche di San Giovanni, San Martino, Sant’Elpidio e Santa Maria , saranno liete di accogliere il pubblico nelle taverne all’interno del borgo antico di Sant’Elpidio a Mare, garantendo anche in questo caso il rispetto delle norme previste dall’emergenza Covid. Nei ricchi menù, legati come sempre alla tradizione locale, saranno proposte anche portate vegetariane e appositi piatti per i bambini.

E, a proposito dei più piccoli, ci sarà spazio anche per un’anteprima di Piccola Città Medioevo, che si terrà giovedì 15 luglio alle 21:30 in Piazza Matteotti e avrà come protagonista lo spettacolo “Il cuore di Chisciotte” dell’autore e illustratore Gek Tessaro.

Scorci di Città Medioevo manterrà quindi intatte tutte le peculiarità che hanno reso Città Medioevo uno spettacolo unico dal 1992, coniugando anche quest’anno, e nei limiti dello sfortunato periodo storico, l’aggregazione sociale del territorio elpidiense a un’invidiabile capacità attrattiva per il turismo locale.

Tutto ciò sarebbe impossibile senza la passione e la dedizione dei volontari che si occupano della pianificazione e programmazione della rievocazione storica e a cui vanno i sentiti ringraziamenti del Presidente dell’Ente Contesa, Alessandra Gramigna: il Comitato Tecnico, le Contrade Storiche (San Giovanni, San Martino, Sant’Elpidio, Santa Maria), le Delegazioni Foranee (Santa Croce, Marchesato di Santa Caterina, Castel di Castro, Porto), l’Amministrazione Comunale e il Consiglio di Presidenza dell’Ente Contesa e il suo gruppo di lavoro.