San Severino, riparato dopo 15 ore di lavoro il guasto alla condotta idrica

18

SAN SEVERINO MARCHE – E’ stato ripristinato nella notte, dopo quindici ore ininterrotte di lavoro, il guasto alla conduttura idrica che serve l’acquedotto pubblico di San Severino Marche.
A causa di un improvviso smottamento del terreno, provocato dall’erosione di una sponda del fiume Potenza per via delle piogge dei giorni scorsi, un tubo in acciaio del diametro di 22 centimetri, e con una portata di 45 litri al secondo, si è completamente staccato dalla linea di distribuzione provocando l’immediata interruzione dell’approvvigionamento idrico che dalla sorgente San Giovanni di Sefro arriva ad alimentare gran parte del centro storico e alcune zone periferiche della città.
Subito allertati, operai e tecnici della municipalizzata Assem Spa sono intervenuti con non poca fatica sul posto, visto che l’area del guasto è risultata piuttosto impervia.
L’allarme, scattato intorno alle 12,30 di domenica, è rientrato solo alle 3,30 della scorsa notte. Le squadre di pronto intervento hanno dovuto lavorare a lungo per risaldare il tubo e riallacciare la linea per alcuni metri finita nel cratere provocato dalla frana.
La tempestività delle operazioni, con l’accensione dei pozzi di riserva dell’acquedotto comunale, ha evitato disagi alla intera città di San Severino Marche e circoscritto le interruzioni solo ad alcuni utenze nelle zone di Taccoli Alta, Castello al Monte, Rocchetta, Colleluce e Valle dei Grilli.
Il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, insieme all’amministratore di Assem Spa, Riccardo Callea, si è complimentata con il personale coinvolto nelle operazioni protrattesi fino a notte fonda.