San Severino, riaperti i percorsi naturalistici del Colle Montenero

20

SAN SEVERINO MARCHE – L’Amministrazione comunale di San Severino Marche ha riaperto i percorsi naturalistici del Colle Montenero, a Castello al Monte.
Dopo un primo sopralluogo, effettuato dalla Giunta settempedana al termine dei lavori, il percorso è stato inaugurato con un’escursione a piedi alla quale hanno preso parte, insieme al primo cittadino settempedano Rosa Piermattei, anche il presidente del Consiglio comunale, Sandro Granata, il presidente della locale sezione del Club Alpino Italiano, Marino Scattolini, tanti cittadini appassionati di tour all’aria aperta e di ambiente.
Con un’opera di manutenzione straordinaria dell’importo di 100mila euro le famose “coste” della città alta tornano così a splendere della loro naturale bellezza.
“Finalmente non solo riconsegniamo alla città un luogo meraviglioso – spiega il sindaco, Rosa Piermattei – ma riaffidiamo ai settempedani una passeggiata a loro tanto cara. Il percorso, lungo più di 600 metri, consente di ammirare il nostro meraviglioso centro storico dall’alto in tutta la sua bellezza e offre la possibilità di spaziare, con lo sguardo, su di una vallata meravigliosa”.
I lavori, portati a termine dall’impresa settempedana di Stefano Sgalla, sono consistiti in una radicale ripulitura delle pendici del Colle Montenero, con l’eliminazione della vegetazione infestante e con interventi di potature e diradamento di piante e arbusti, oltre che nella sistemazione della viabilità pedonale, con il rifacimento delle staccionate in legno e dei viottoli.
Risale al 1989-1990 il recupero ambientale completo dell’area mentre risulta datato 2005-2006 l’ultimo intervento di salvaguardia e valorizzazione dei percorsi in questione.
Trascorsi tanti anni la manutenzione straordinaria dell’area era diventata ormai improrogabile per il pessimo stato di conservazione e il degrado delle staccionate di protezione lungo la stessa passeggiata, in molti punti crollate o divelte. I camminamenti, inoltre, risultavano quasi ovunque invasi da vegetazione e rovi.
L’intervento del Comune ha così permesso di risistemare anche la funzionalità dell’impianto di pubblica illuminazione, di risistemare panchine e fontane, di montare cestini portarifiuti per la raccolta differenziata.
Il progetto esecutivo di tutte le opere è stato redatto dai tecnici dell’area Manutenzioni.
Ai percorsi naturalistici di Colle Montenero si può accedere da quattro ingressi, due da via Castello al Monte e due da via Santa Caterina. La passeggiata è occasione anche per fare visita a diversi importanti monumenti come il Duomo antico, la Torre degli Smeducci, il museo archeologico “Giuseppe Moretti”, la chiesa di Santa Maria delle Vergini, il monastero di Santa Caterina, il santuario della Madonna dei Lumi e il monastero di Santa Chiara.