San Severino Marche, due i decessi legati al Coronavirus

58

Il sindaco rinnova l’esortazione ai cittadini di restare a casa

SAN SEVERINO – Secondo decesso, nella Città di San Severino Marche, legato all’emergenza Coronavirus. Dopo Giovanni Papavero, pensionato di 70 anni residente nella frazione di Serralta, morto lunedì 23 marzo, ieri si è fermato il cuore anche dell’anziana mamma dell’uomo, la signora Maria Antonini, 96 anni, risultata positiva e trasferita al Covid Hospital di Civitanova Marche qualche giorno fa a seguito dell’aggravarsi delle condizioni di salute, già critiche per una serie di patologie pregresse.
“In questa famiglia ho ritrovato il dolore di un’intera comunità che sta lottando contro un male capace di seminare paura e addirittura morte. Stiamo vivendo giornate difficilissime in cui, come responsabile della salute pubblica, sto facendo di tutto per salvaguardare strutture che sono di vitale importanza come il nostro ospedale “Bartolomeo Eustachio” e la nostra Casa di riposo “Lazzarelli” – commenta il sindaco, Rosa Piermattei, che sottolinea ancora – Esorto tutti i cittadini a restare a casa, a cercare di limitare al massimo ogni possibile forma di contagio, a recarsi a fare la spesa anche meno di una volta a settimana, a rispettare la distanza minima di almeno un metro dalle altre persone in qualsiasi situazione, se necessario anche all’interno del proprio domicilio. Questi sono i giorni più temibili, dobbiamo portare tutti il nostro livello d’attenzione al massimo. Siamo sconvolti per la morte di un’altra nostra concittadina, la notizia ci addolora veramente tanto”.
Secondi gli ultimi aggiornamenti forniti dal Gores Marche nel Comune di San Severino Marche sono ancora 14 i casi positivi, salgono a 2 dunque i decessi, mentre altre 28 persone sono seguite dall’Asur in regime di assistenza sanitaria domiciliare.