San Severino, Croce Rossa Italiana: inaugurata la prima colonnina Dae

9

SAN SEVERINO MARCHE – La Città San Severino Marche tra i Comuni cardioprotetti d’Italia. Dopo l’adesione al progetto della Croce Rossa Italiana “Comuni sicuri per Comunità resilienti”, destinato a promuovere la tutela della salute nelle aree marchigiane duramente colpite dal terremoto 2016, è stata inaugurata in piazza Del Popolo, sotto il palazzo del Municipio, la prima colonnina Dae che, all’interno di una teca allarmata, contiene un defibrillatore semiautomatico di ultimissima generazione.
Protagonisti dell’iniziativa, salutata in occasione della Giornata mondiale del Sorriso, tanti volontari settempedani del locale Comitato della Croce Rossa Italiani, guidati dalla presidente Elena Amici, che nei mesi scorsi hanno anche seguito, assieme alla popolazione, corsi di esecutore Blsd laico. Con loro pure i colleghi di Cingoli e Camerino.
All’inaugurazione dell’apparecchiatura sono intervenuti il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, la responsabile dell’Ispettorato regionale delle Marche delle infermiere volontarie Cri, Carmen Gregoretti, i formatori della Cri Maria Spada ed Emanuele Bajo, membri dello staff della comunicazione per la formazione regionale, e Andrea De Blasi della Bmm Instruments, l’azienda produttrice dei defibrillatori.
Il progetto di installazione di una colonnina Dae in piazza Del Popolo è stato realizzato dalla Cri che ha istituito subito dopo le scosse di terremoto una apposita unità di progetto “Sisma Centro Italia”.
“La lodevole iniziativa della Croce Rossa Italiana, che coinvolge in tutto 11 Comuni terremotati dell’area del cratere e quindi anche la nostra Città – spiega il sindaco Rosa Piermattei -, è molto importante anche perché mira pure ad aiutare ed educare la popolazione ad assumere comportamenti corretti in termini di stile di vita e di prevenzione. Vorrei ringraziare per questo il locale Comitato della Croce Rossa Italiano, guidato da Elena Amici, per la grande attenzione mostrata nei confronti della nostra comunità. Un grazie speciale va quindi a tutti coloro che, col loro impegno, hanno permesso di dotare la nostra piazza di un utile strumento capace realmente di salvare vite umane. La speranza è quella di poter riprendere presto con l’attività di sensibilizzazione nei confronti della nostra comunità una volta che l’attuale emergenza sanitaria, legata al Covid19, sarà terminata. Con i volontari e i formatori del Comitato locale della Croce Rossa Italiana torneremo dunque nelle scuole, nelle palestre, nelle piscine e nelle sedi di alcune associazioni cittadine per fare soprattutto prevenzione”.