San Severino, Coronavirus: sospesa la mostra dedicata a Scuriatti

12

SAN SEVERINO MARCHE – Stop forzato, a seguito delle restrizioni imposte dal nuovo Dpcm anti-Covid, anche per la mostra “Remo Scuriatti, fotografo e pittore”, esposizione apertasi il 26 settembre scorso per ricordare, a 120 anni esatti dalla nascita, il più grande artista settempedano del Novecento.
Chiuse, almeno fino a nuove disposizioni, le tre sedi espositive che fino ad oggi hanno accolto l’evento culturale: il palazzo della Ragione Sommaria, che ospita la sezione dedicata alla fotografia e alla prima stagione pittorica, la chiesa della Misericordia, che accoglie le opere sul paesaggio marchigiano e la serie della Galattiche, e la pinacoteca comunale “P. Tacchi Venturi”, dove trova spazio una mostra nella mostra che ricorderà la “cerchia” di artisti che furono molto vicini a Scuriatti. La mostra resta comunque programmata fino al 28 febbraio 2021.
Nelle prossime settimane continueranno però, almeno sui social, le storie e i racconti sulle opere di Remo. Gli organizzatori dell’iniziativa condurranno i visitatori virtualmente per mano all’interno della mostra grazie alle pagine dedicate all’evento che sono curate e aggiornate da Alessandra Rossi.
La pagina Facebook “Remo Scuriatti – fotografo e pittore” e quella Instagram “remoscuriatti” faranno viaggiare ancora l’iniziativa che ha già riscosso un grande successo di pubblico e che viene promossa dal Comune di San Severino Marche con il patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, della Regione Marche P.F. Beni e attività culturali, del Consiglio Regionale – Assemblea legislativa delle Marche, della Provincia di Macerata, dell’Unione Montana Potenza Esino Musone, dell’Arcidiocesi di Camerino – San Severino Marche, dell’Accademia di Belle Arti di Macerata, dell’Università degli Studi di Camerino, dell’Università degli Studi di Macerata, della Fondazione Claudi, della Fondazione Salimbeni per le Arti Figurative, del Rotary Club di Tolentino.