San Severino Blues Marche Festival, il 12 agosto live di Maurizio Matt

65

SAN SEVERINO MARCHE – Domani, mercoledì 12 agosto, musica sotto le stelle per il San Severino Marche Blues Marche Festival che propone, nella straordinaria cornice del giardino di palazzo Servanzi, il live del marchigiano Maurizio Matteini, in arte Maurizio Matt, e di alcuni bravissimi esecutori dell’Adriatic Blues Connection, associazione da lui fondata per far rivivere il blues anche nella nostra regione.
Dalle 21 la penultima data della rassegna, che si chiuderà a Cingoli il giorno di Ferragosto, farà rivivere un sound sincero, genuino, appassionato e ispirato da veri miti come Buddy Guy, B.B. King, Albert King, Albert Collins, Jimmie Vaughan, T-Bone Walker, Ronnie Earl, Freddie King.
Sul palco con Maurizio Matt alla voce e alla chitarra saliranno Franco Angelozzi all’organo, Luigi Ridolfi al basso e Valerio Pompei alla batteria.
Nipote d’arte, il nonno paterno era un ottimo chitarrista, mandolinista e trascrittore, all’età di 13 anni Maurizio Matteini ha iniziato a suonare e pochi anni dopo ha fondato la sua prima cover band. Con un gruppo anconetano, gli Eclissi, si fa conoscere prima di partecipare a vari seminari fra i quali quelli con Scott Henderson e Pietro Nobile. Una volta acquisita una buona preparazione tecnica si dedica ad una intensa attività didattica che terminerà alcuni anni dopo. Il fascino del blues comincia gradualmente ad attirare la sua attenzione gettando le basi per quella che sarà la sua vocazione in età matura. In tale ambito esperienza fondamentale per il suo percorso musicale è quella rappresentata dalla Daddy Blues Band, orchestra fondata nel 2000 e composta da alcuni musicisti della provincia anconetana che ha in repertorio il meglio della produzione del Re del Blues, il grande B. B. King. Maurizio Matt cresce fino a aprire il concerto di Eugenio Finardi ad Ancona.

Nel corso degli anni condivide il palco con alcuni riconosciuti artisti fra i quali, solo per ricordarne alcuni, Kellie Rucker, Nina Van Horn, Pippo Guarnera, Luca Giordano, Frank Hammond, Gigi Cifarelli, Andy J. Forest, Washboard Chaz, Andy Martin, Joe Galullo, Massimo Manzi, Matthew Lee, Alessio Ricci, Jacopo Coretti, Walter Monini, Rico Migliarini, Filippo Barontini, e partecipa sia in qualità di organizzatore che di artista ospite a diverse edizioni del Second Hand Guitar, il più importante guitar show italiano. Nel 2005 fonda una propria blues band. Nel 2006 vince le selezioni del Pistoia Blues ed approda così al più importante festival blues italiano. Sempre nel 2006 inizia la collaborazione con la Gas Blues Band e con l’amico chitarrista Nello Cecchini porta a termine la preparazione di un repertorio acustico. Nel 2010 organizza in collaborazione con il movimento culturale Spaghetti&Blues e poi registra il suo primo inedito “Come Te”. Nel 2013 pubblica il suo primo album solista Big Hearted Sea. Con alcuni amici musicisti ha fondato Adriatic Blues Connection, associazione con la quale organizza eventi e in particolare jam session finalizzate all’incontro sul palco di musicisti blues.