San Severino, ricostruzione: 244 gli edifici di nuovo agibili

10

Il sindaco ha fornito gli aggiornamenti nell’ultimo Consiglio comunale

SAN SEVERINO MARCHE – Sono 244 gli edifici tornati di nuovo agibili nel Comune di San Severino Marche dopo le scosse di terremoto dell’ottobre 2016. Tra questi anche interi condomini plurifamiliari insieme a numerose singole abitazioni.
A presentare la situazione aggiornata sulla ricostruzione post sisma il primo cittadino settempedano, Rosa Piermattei, nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale.
Intanto l’importo dei finanziamenti per le pratiche private ha superato i 75 milioni di euro. La somma andrà per la ricostruzione di 301 edifici, di cui 230 interessati da interventi di tipo leggero, altri 46 da interventi di ricostruzione pesante e 22 dalla cosiddetta Ordinanza 100.
In totale sono 676 le istruttorie presentate all’ufficio Sisma del Comune e all’Usr regionale. Di queste 380 fanno riferimento alla ricostruzione leggera di edifici classificati come B e C con scheda Aedes. Altre 171 istruttorie sono relative, invece, alla ricostruzione pesante di edifici classificati come E con scheda Aedes.
Ulteriori 119 pratiche sono quelle che fanno riferimento alla Ordinanza n. 100 emanata dal Commissario straordinario Giovanni Legnini, mentre, con riferimento alla ricostruzione delle attività produttive, sono 6 le pratiche presentate.
Ulteriori 45 richieste hanno interessato, infine, la delocalizzazione delle attività produttive.
A San Severino Marche, come detto, sono stati già chiusi 244 cantieri. Di questi 200 cantieri sono relativi alla ricostruzione privata, altri 3 alla ricostruzione pubblica e 41 agli interventi su proprietà che hanno fatto ricorso al Sisma Bonus.
Il Comune sta procedendo in questi giorni al pagamento del Cas, il contributo per l’autonoma sistemazione, relativo al mese di dicembre. Sono 422 i nuclei familiari che ne usufruiscono, per un importo complessivo di 343.531,94 euro.