San Benedetto del Tronto, Mostra dedicata a Tex Willer fino al 14 novembre

Il nuovo Progetto Omnibus per Acquaviva Comics prevede anche il concorso nazionale “AlanFordissimo”

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si riaprono i lavori per la II° edizione di Acquaviva Comics, con un progetto ricco di iniziative a cura della Omnibus Omnes. Dal 30 ottobre al 14 novembre è visitabile la Mostra dedicata a Tex Willer, ospite nella Sala Consiliare del Comune di San Benedetto del Tronto, con i migliori disegni del Liceo Artistico Licini di Ascoli Piceno e Preziotti di Fermo dedicati al famoso personaggio della Bonelli per la I° edizione del concorso “SettanTEXimo”.

Per la II° edizione, il nuovo concorso nazionale di disegno a fumetti è “AlanFordissimo”, dedicato al famoso personaggio di Magnus & Bunker, Alan Ford, al suo 50° anniversario nel 2019. Il concorso AlanFordissimo è nazionale e aperto a tutti, ma vedrà in particolare tra i partecipanti in concorso gli studenti dei Licei Artistici di Ascoli Piceno, di Fermo e per la prima volta il Liceo Montauti di Teramo.

Primo premio, una borsa di studio di 200 euro. Altra novità, il concorso di disegno a fumetti “SuperGulp”, che parte in contemporanea, per i giovanissimi delle scuole elementari e medie di Acquaviva Picena: supereroi, Topolino, Cenerentola e tanti altri personaggi di fumetti, cartoni animati e film potranno essere i soggetti ritratti dagli studenti. Ricordiamo che al Centro di Aggregazione Giovanile di Acquaviva è disponibile per giovani e adulti una ricca Biblioteca di Comics con oltre 2000 fumetti, donati dalla Presidente Omnibus Raffaella Milandri.

Coinvolti nella giuria dei concorsi, nonchè in incontri nei licei e con il pubblico durante Acquaviva Comics, saranno famosi autori del panorama fumettistico italiano. Lo scopo principale è di questa ondata di fumetti nelle scuole del territorio è scatenare la creatività dei ragazzi con un mezzo artistico come il fumetto, aperto e disponibile a tutti per esprimere il proprio talento, senza che occorrano particolari strumenti; al tempo stesso il fine è rendere omaggio all’arte del fumetto italiano, che ha visto tanti autori illustri.

“Ritengo che la funzione educativa e la potenzialità artistica del fumetto sia troppo spesso sottovalutata. Oltre ad essere la porta di accesso al film di animazione, il fumetto è un’arte che al pari di un quadro, una poesia, un romanzo o una qualsiasi composizione artistica, serve ad esprimere l’artista e a trasmettere delle emozioni”, dice Raffaella Milandri