San Benedetto del Tronto, il 27 ottobre La “fiaba cattiva” della compagnia O’Scenici

93

Al San Filippo Neri la rivisitazione scritta dal regista  Marco Trionfante, liberamente ispirata al testo originale “La gatta Cenerentola” ,fiaba di uno scrittore del ‘600

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – …e se vi dicessimo che Cenerentola non è quella ragazzina ingenua e remissiva che tutti conosciamo? Se vi dicessimo che, in realtà, dietro quel viso angelico, si nasconde una persona scaltra ed arrivista, pronta a tutto pur di intraprendere la strada verso il successo e la ricchezza?
Sabato 27 ottobre alle 21.00, presso il teatro San Filippo Neri di San Benedetto del Tronto, sarà possibile scoprire questa divertente rivisitazione scritta dal regista e autore Marco Trionfante, per la sua Compagnia Teatrale “Gli O’Scenici”, liberamente ispirata al testo originale “La gatta Cenerentola” (fiaba di uno scrittore del ‘600, tale Giambattista Basile).
“Una vicenda succosa e densa di sentimenti, – dichiara Trionfante –, di meraviglie e umori scabrosi, complessità e gusto dell’orrido che scomparvero nella più conosciuta versione, sempre seicentesca, che Charles Perrault semplificò per il suo pubblico di nobili francesi”.

Giambattista Basile – conclude il regista – è uno degli autori di maggior spicco nell’ambito della letteratura favolistica di tutti i tempi. Fonte di orgoglio per noi italiani. Vale sempre la pena ricordarlo a tutti.
Lo spettacolo, già rappresentato con un grande successo a Trento l’estate scorsa, porterà in scena, oltre al regista, Nadia Olivieri, Sonia Tartabini, Emy D’Erasmo, Antonio Talamonti, Piero Mongelli, Cristian Mecozzi. Coreografie di Sabina e Carla Alesiani, tecnico Audio-luci Cosimo Guadalupi.
L’evento gode del Patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto.

Costo del biglietto intero 10.00 e ridotto 5,00. E’ possibile prenotare i posti online (senza commissioni) visitando il sito www.compagniateatraleoscenici.it, chiamando i numeri  0735 566172 – 3921603029 (lunedì-venerdì dalle 10.00 alle 18.00) oppure direttamente al botteghino del teatro la sera stessa.