Rievocazione del Circuito Chienti e Potenza per moto d’epoca: il 28 e 29 agosto

24

La manifestazione, tradizionale appuntamento motociclistico di fine agosto del club CAEM/Lodovico Scarfiotti, si preannuncia come un’edizione di grande rilievo ed è stata inserita nel calendario del Circuito Tricolore ASI

RECANATI  – Alla fine del mese di agosto le moto d’epoca torneranno ad immergersi nel suggestivo paesaggio dell’interno maceratese per l’annuale Rievocazione del Circuito Chienti e Potenza-Memorial Luca Lausdei. Sarà l’edizione del venticinquennale, ed è stata inserita nel prestigioso calendario del Circuito Tricolore ASI che comprende in totale dieci appuntamenti lungo la penisola suddivisi tra auto e moto storiche. Il Circuito Tricolore ha ottenuto l’importante supporto del Ministero del Turismo, per la peculiarità delle manifestazioni di motorismo storico che evidenziano e valorizzano i territori, la cultura e le tipicità, con particolare attenzione al significato turistico di queste iniziative. Nel caso dell’evento maceratese, con base logistica a Tolentino, la giornata del sabato sarà dedicata alla visita in loco del “Poltrona Frau Museum”, di grande significato storico e del design, ed in serata dal convegno “Quando l’Aquila era ancora nel guscio” dedicato al Centenario della Moto Guzzi, tenuto dal Presidente della Commissione Cultura ASI Luca Manneschi, che si svolgerà al Teatro Politeama di Tolentino, dove ci sarà anche un gradito saluto delle autorità.

Domenica 29 agosto si effettuerà il consueto doppio giro rievocativo del Circuito Chienti e Potenza, con partenza ed arrivo a Tolentino e suggestivo transito a San Severino Marche, Serrapetrona e Belforte del Chienti, con prove di abilità a cronometro a scandire il carattere competitivo dell’evento. E’ confermata la partecipazione di oltre 60 moto (più del previsto) omologate o in corso di omologazione ASI costruite entro il 1950 e di mezzi di particolare interesse storico costruiti entro il 1965. La consueta presenza di appassionati motociclisti del centro Italia, in questa occasione si arricchirà di partecipanti di altre regioni più lontane, come Lombardia, Piemonte e Puglia. Lo staff organizzatore, si è trovato a dover rifiutare ulteriori adesioni per difficoltà di ricettività.

Le splendide colline del maceratese saranno la consueta cornice del percorso rievocativo del Circuito Chienti e Potenza, che a metà degli anni Venti del secolo scorso segnò un’importante appuntamento motociclistico sportivo di importanza nazionale, con la partecipazione degli migliori assi di quel periodo.