Recanati, un sondaggio Istat per rilevare la qualità della vita

1

Il Comune  invita i cittadini a compilare un questionario per rilevare la percezione del  benessere

RECANATI – Valutare il progresso di una comunità non soltanto dal punto di vista economico, ma anche sociale e ambientale per fotografare la situazione e pianificare sempre migliori servizi da offrire alla città per il benessere dei cittadini. Questo l’obiettivo del Comune di Recanati nell’invitare i cittadini alla partecipazione a un sondaggio teso a rilevare la qualità della vita a Recanati. E’ dunque questa un’ottima possibilità per far sapere all’amministrazione locale le proprie idee e valutazioni.

“Per il 2021 il Comune di Recanati ha inteso realizzare una raccolta di dati per misurare il benessere locale in termini di equità e sostenibilità – ha dichiarato il Sindaco Antonio Bravisia attraverso l’analisi di dati oggettivi che verranno presi da diversi database in possesso di istituzioni pubbliche, sia attraverso le risposte che verranno fornite da cittadini e cittadine ad un apposito questionario”.

Un tema caro alle principali città italiane, tanto che l’Istat, insieme ai rappresentanti delle parti sociali e della società civile, ha sviluppato dal 2010 un approccio multidimensionale per misurare il “Benessere equo e sostenibile” Bes con l’obiettivo di integrare le informazioni fornite dagli indicatori sulle attività economiche con le fondamentali dimensioni del benessere, corredate da misure relative alle diseguaglianze e alla sostenibilità.

“Il questionario proposto analizza i 12 domini isolati dall’Istat più uno ulteriore denominato ‘benessere e cultura’ – aggiunge l’Assessora alle Politiche Sociali Paola Nicolini, con delega ai Processi partecipativi e qualità della vita – La compilazione sarà possibile attraverso l’utilizzo di un link o attraverso un’intervista telefonica, chiamando il seguente numero: 071/7587204. I dati raccolti saranno trattati in forma assolutamente anonima, nel rispetto della legge sulla privacy ai sensi dell’art .13 del regolamento(UE) 2016/679 e sarà l’ufficio servizi sociali a seguire la rilevazione.”

I diversi domini ritenuti utili dall’Istat da indagare per misurare la qualità della vita delle persone nell’ambiente in cui vivono sono articolati in 12 domini e 130 differenti indicatori: la salute, l’istruzione e la formazione, il lavoro e la conciliazione dei tempi di vita, il benessere economico, le relazioni sociali, la politica e le istituzioni, la sicurezza, il benessere soggettivo, il paesaggio e il patrimonio culturale, l’ambiente, la ricerca e l’innovazione e la qualità dei servizi.

In una rilevazione di dati, pubblicati nel 2019 nella tesi di laurea della recanatese Sara Agostinelli in “Teorie, culture e tecniche per il servizio sociale” presso l’Università di Macerata, erano già stati analizzati alcuni dei 12 domini sulla città di Recanati, con le seguenti informazioni. Per quanto riguarda la salute, a Recanati risulta un alto indice di aspettativa di vita, in quanto la popolazione over 65 negli ultimi anni costituisce stabilmente quasi il 14% dell’intera comunità. Il livello d’istruzione dei cittadini è superiore alla media nazionale, da rilevare una riduzione dei tassi di abbandono scolastico precoce, che negli ultimi anni risulta al di sotto del 10%. Inoltre è emerso un aumento al 40% dei 30-35enni con un’istruzione universitaria. Molti giovani frequentano la Biblioteca Comunale, la quale sostiene anche un programma di promozione della lettura in famiglia dalla nascita a sei anni ‘’Nati per Leggere’’. Dal 2019 nella nuova Mediateca è cresciuto il servizio bibliotecario dedicato allo studio, alla ricerca e alla creatività. Dal 1988 è attiva l’Università di Istruzione Permanente dove si offre a tutti, senza distinzione di età o formazione di base, la possibilità di accedere gratuitamente a corsi condotti da esperti, di carattere culturale o hobbistico. Nell’ambito della dinamica economia locale resistono le tradizionali attività rurali e risulta molto sviluppata l’industria. Nel campo della qualità dei servizi, dal 2009 al 2018 l’assistenza scolastica ai bambini e bambine in difficoltà è raddoppiata, passando da 34 a 68 giovani presi in carico. L’Amministrazione Comunale, sostenuta dalla Croce Gialla e Astea Energia, oltre ad alcuni esercenti locali, dal 2016 ha dato avvio al progetto Social Food, aumentando del 51%, rispetto al passato, il supporto alle famiglie che ricevono un aiuto alimentare.

In materia di sicurezza, dal 2018 risulta il – 7% di furti e un -10% di reati rispetto agli anni precedenti. In dieci anni i reati denunciati hanno visto una flessione del 35% circa, passando dai 704 del 2009 ai 459 del 2018. In città è presente un circuito di telecamere con 70 postazioni. Negli ultimi anni il turismo è esploso rispetto al 2009 e nel 2018 gli arrivi di turisti italiani e stranieri sono aumentati del 57%. Nel 2019 è partito un progetto di mobilità sostenibile attraverso il noleggio di bici a pedalata assistita, che consente di poter scoprire il centro storico di Recanati, le zone extra urbane e la Riviera del Conero attraverso le e-bike, incidendo sul sistema di mobilità cittadino, reso maggiormente sostenibile e rispettoso dell’ambiente.