“La presa di Cossignano A.D. 1370”, dal 3 al 5 settembre 2021

89

L’evento, che rientra nell’ambito del Festival Marchestorie Racconti & Tradizioni dai borghi in festa, è uno spettacolo itinerante per le vie del borgo Piceno e fa rivivere le vicende medioevali dell’assedio di Cossignano da parte di Boffo da Massa

COSSIGNANO (AP)  – Dal 3 al 5 settembre 2021 il centro storico di Cossignano diventerà palcoscenico naturale per la rappresentazione di uno spettacolo teatrale itinerante nel quale  la tradizione si contamina con elementi contemporanei: l’ evento che ha ottenuto l’approvazione e il finanziamento della Regione Marche  è denominato “La presa di Cossignano A.D. 1370 – Capture of Cossignano”. Si inserisce nell’ambito del Festival MArCHESTORIE Racconti & Tradizioni dai borghi in festa – Progetto di Regione Marche / Assessorato alla Cultura, in collaborazione con AMAT e Fondazione Marche Cultura, con il quale si vogliono raccontare le Marche attraverso i suoi borghi, i suoi sapori, la sua vicenda millenaria ma soprattutto le sue storie.
La spettacolo verrà messo in scena dalla Compagnia “7 – 8 chili” di Offida, con la regia ed il progetto artistico di Davide Calvaresi, alle ore 20.00 – 21.30 e 23.00 dei giorni 3, 4 e 5 Settembre.
E’ obbligatoria la prenotazione al numero 370 3792957. L’ingresso è gratuito.

Obbligo di presentazione Green Pass

Gli spettatori saranno guidati dagli attori alla scoperta degli angoli suggestivi del borgo e i partecipanti potranno entrare nell’evento storico dell’anno 1370 della Presa di Cossignano, narrata nelle vicissitudini di Donna Orgilla, Ser Balduzio e Boffo da Massa. La passeggiata ha come filo conduttore il racconto del terribile guerriero di ventura Boffo da Massa, della sua presa di Cossignano, della morte di Ser Balduzio e del volo di Donna Orgilla, attraverso un percorso guidato con utilizzo di cuffie wireless, permettendo una partecipazione immersiva e facilitando una connessione intima con lo spazio e la storia.
L’evento multimediale prevede l’inserimento di elementi scenografici di forte suggestione, video proiezioni, videomapping, giochi di luce e attori-acrobati.
La storia è ricca di situazioni emozionanti in traduzione teatrale con scene evocative.

Con la collaborazione dell’Associazione giovanile Ferax Cossinea APS, soggetto attuatore dell’evento, sono previste numerose ed interessanti attività collaterali:
– tutti i giorni dell’evento dalle ore 19.00 alle ore 24.00, DEGUSTAZIONE DI PRODOTTI TIPICI: iniziativa enogastronomica, con degustazioni di prodotti e tipicità locali, valorizzata dalla collocazione nella splendida cornice dei Grottoni – antichi archi murari che cingono una lunga parte del centro storico;
– tutti i giorni dell’evento dalle ore 18.00 alle ore 20.00, ANIMAZIONE DIFFUSA: nei giardini che costeggiano le mura castellane, sono organizzate animazioni per bambini con la lettura animata di fiabe, racconti in scena dei personaggi principali della storia (Donna Orgilla, Ser Balduzio e Boffo da Massa), animazione e intrattenimento;
– venerdì 3 settembre alle ore 16.00 nel Museo civico di arte sacra Chiesa dell’Annunziata:

PRESENTAZIONE DEI LIBRI

“La presa di Cossignano A.D. 1370” di Niccola Pansoni e “Boffo da Massa” di Giovanni Polini. Saranno illustrate le opere a stampa che hanno dato vita alle leggendarie vicende oggetto della rappresentazione scenica, incentrata sulle figure dei protagonisti, Donna Orgilla (la Lucrezia di Cossignano, quasi prototipo della donne vittima di violenza), Ser Balduzio (il castellano spodestato), Boffo da Massa (il crudele tiranno dominatore);
– sabato 4 settembre alle ore 16.00 nel Museo civico di arte sacra Chiesa dell’Annunziata:

APPROFONDIMENTO STORICO

“La presa di Cossignano A.D. 1370” inerente il periodo storico che fa da cornice alla rappresentazione, il XIV secolo che è l’epoca della nascita ovvero dell’autonomia del Comune di Cossignano;
– domenica 5 settembre dalle ore 9.00 ritrovo Piazzale Europa: PASSEGGIATA sul sentiero naturalistico “Le Cese” – percorso breve. Lungo un percorso che si snoda nella campagna cossignanese, attraverso vigneti, campi coltivati e calanchi, con vista sull’arco appenninico, i visitatori saranno guidati con animazioni e letture, ripercorrendo il passaggio che fece Boffo da Massa per raggiungere il castello attraverso la natura e nelle sue bellezze locali;
– tutti i giorni dell’evento dalle ore 18.00 alle ore 20.00: visite guidate nel centro storico di Cossignano che rappresenta il luogo ove si svolsero le vicende messe in scena e ancora oggi vie, mura, edifici ne ricordano le vicissitudini.
www.marchestorie.it/borghi/cossignanoDal 03/09/2021 – Al 05/09/2021