Porto Sant’Elpidio, tenta di rubare in uno chalet: denunciato un 65enne

21

I  Carabinieri hanno sorpreso l’uomo nel locale  e hanno rinvenuto arnesi da scasso; lo hanno denunciato  per tentato furto aggravato

PORTO SANT’ELPIDIO – L’altra notte una gazzella dei Carabinieri è intervenuta presso uno chalet, in via Faleria di Porto Sant’Elpidio, in seguito alla richiesta telefonica giunta alla Centrale Operativa dell’Arma da parte del proprietario che, a sua volta, aveva ricevuto sul cellulare il segnale di allarme per intrusione nel locale. I militari, giunti tempestivamente sul posto hanno accertato che la porta d’ingresso dello chalet era stata forzata ed aperta. Nel corso della conseguente ispezione dei locali i Carabinieri hanno sorpreso un cittadino cinese di 65 anni che si era nascosto all’interno del bagno. In seguito ad immediata perquisizione, i militari hanno rinvenuto addosso al cinese un cacciavite che era stato utilizzato per forzare la porta, insieme ad un piede di porco abbandonato a terra nei pressi dell’ingresso del locale. L’intruso non era ancora riuscito a sottrarre alcun bene, grazie al tempestivo intervento della pattuglia. Gli arnesi da scasso rinvenuti sono stati quindi sequestrati dai Carabinieri. Il 65enne è stato denunciato dai militari della Sezione Radiomobile della Compagnia di Fermo alla Procura della Repubblica per il reato di tentato furto aggravato.

IL COMANDO PROVINCIALE DI FERMO  precisa che il fatto di cronaca suddetto  viene reso noto  nel rispetto dei diritti delle persone indagate, da ritenersi presunte innocenti in considerazione dell’attuale fase del procedimento – indagini preliminari – fino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile, e al fine di assicurare il diritto di cronaca costituzionalmente garantito.