Porto Sant’Elpidio, “Archi in Villa Baruchello 2019”

Dal 22 al 28 luglio il Festival che avvicina la musica classica al vasto pubblico e rende nota l’importanza della formazione musicale nella crescita dell’individuo

PORTO SANT’ELPIDIO (FM) – La IV edizione del Festival “ARCHI in VILLA Baruchello – La Grande Musica anche per ragazzi” come sempre dalla prima edizione del 2016, si svolgerà a Porto Sant’Elpidio  presso la bellissima villa comunale di cui il festival porta il nome, nell’intera settimana dal 22 al 28 luglio, con una estensione a fine Agosto dal 26 al 01 Settembre.

Laboratori Musicali, Master Classes, Concerti, Corsi di aggiornamento per Docenti e non solo per un’immersione nella musica per tutti, in una location splendida con il suo Parco secolare a soli 300 metri dal mare, ospitando giovani e giovanissimi del territorio provinciale, regionale, con arrivi da varie regioni italiane da sud a nord, attirando a Porto Sant’Elpidio giovani musicisti europei ( Spagna. Francia, Germania, Svizzera, Albania, Romania) ed extra europei ( Sud Corea, Giappone, Canada)

Il festival sta crescendo con importanti sviluppi internazionali, puntando soprattutto sulle attività musicali dei giovani e giovanissimi a contatto con la straordinaria eredità della musica barocca, classica e romantica italiana ed europea, patrimonio culturale necessario a tutte le evoluzioni musicali del terzo millennio.

Il festival, organizzato dal “Club della Musica” di Porto Sant’Elpidio, con il Patrocinio del Comune di P.S. Elpidio, della Provincia di Fermo, della Regione Marche e del Conservatorio G.Braga ( direttore Prof. Federico Paci) propone una intensa settimana di attività musicali graduate per fasce di età (dai tre anni in poi) e competenze ( musicisti e non) che ha come obiettivo: divulgare l’importanza della formazione musicale nella crescita dell’individuo, organizzando laboratori di propedeutica musicale, Laboratori orchestrale e di improvvisazione fino ai Corsi Internazionali di Alto Perfezionamento Musicale per diplomandi e laureati, per diffondere la musica classica al vasto pubblico, promuovendo la prassi concertistica di giovani strumentisti, creando momenti di contatto con il pubblico in cui i giovani esecutori presentano il loro strumento con le qualità e difficoltà specifiche, confrontandosi con l’interpretazione dei repertori dei grandi compositori.

Il festival è diventato un appuntamento fisso all’interno degli eventi musicali estivi della città marchigiana. Approfittando della pausa dagli impegni scolastici riesce a raccordare ed incentivare i ragazzi che praticano lo studio professionale della musica con quanti si avvicinano ed iniziano la pratica del linguaggio musicale.

La settimana del festival propone attività musicali affinché i ragazzi che vi partecipano possano consolidare ciò che hanno appreso musicalmente durante l’anno, aggiungendo un’esperienza significativa in più confrontandosi con diversi metodi e laboratori. Per chi è alla prima esperienza, i laboratori di musica in gioco permettono l’introduzione alla conoscenza del linguaggio musicale e di molti strumenti musicali diversi, aiutandoli in una loro eventuale futura scelta.

In dettaglio:

Laboratorio orchestrale per ragazzi

“Young Holiday Simphony Orchestra”

diretto dal M° Luca Mengoni e la collaborazione di M° Elisa Cimadamore e M° Daniela Fiorani

+ Improvvisazione Lab con il M° Roberto Zechini

Laboratori propedeutici al linguaggio musicale e Musica in Gioco

per bambini dai 3 agli 11 anni:

o 3-5 anni “Musica per l’armonia e la pace”

approccio alla musica con il metodo Suzuki con la guida della M° Sonoko Tanaka;

o 5-7 anni “Giocando la Musica” alla scoperta del linguaggio musicale

attraverso giochi ritmici e melodici con le M° Romina Ferracuti e Cinzia Paoletti;

o 8-11 anni sono 4 laboratori che sperimentano percorsi ludici per

sviluppare la pratica ritmica e melodica, con la M° Elisa Ercoli ed ol M° Stefano Rocchetti:

un laboratorio ritmico tra movimento e le danze dal mondo,

un laboratorio per sperimentazioni sonore con oggetti di riciclo per creare un’orchestra suonando oggetti di uso quotidiano,

un laboratorio con esperimenti sulla propagazione del suono e la percezione acustica,

l’immancabile laboratorio alla scoperta del magico mondo dell’Opera e delle sue storie.

o Dai 5 anni in poi Laboratori esperenziali per conoscere tantissimi strumenti musicali

ed ascoltarli nei loro specifici repertori: SOL-LA-MENTE in MUSICA!

Suonare uno strumento fin da piccoli è importantissimo per lo sviluppo cognitivo dei bambini.

Migliora il linguaggio, la capacità di lettura, il ragionamento matematico, aumenta il quoziente intellettivo, rafforza la memoria a breve e a lungo termine, aiuta a gestire l’ansia e rafforza l’autostima. Importante è cominciare presto!

– in collaborazione con importanti scuole musicali del territorio: Centro Studi Musicali MUSIQUARIO, Corpo Bandistico S.Caterina, LIZARD, Associazione Musicale SEMIBREVE – Daniele Cococcioni e Tommaso Pistagnesi coordinamento di Elisa Cimadamore

– 5 Corsi Formazione Docenti per la didattica evoluta con il supporto della propedeutica musicale: docenti con lunga esperienza musicale e didattica condivideranno strumenti e modelli didattici della propedeutica musicale per raggiungere molteplici obiettivi pedagogici nelle scuole dell’Infanzia, Primarie e Secondarie di Primo Grado senza escludere altri ambiti specifici. I docenti sono Laura Fermanelli, Sonoko Tanaka, Daniela Fiorani, Andrea Strappa, Caterina Monterubbianesi.

Per studenti di strumenti ad arco di livello avanzato sei eccezionali MASTERCLASSES di respiro internazionale: dalla Deutche Radio Philarmonie e dalla Università di Musica di Mannheim la prof.sa DORA BRATCHKOVA, dai Würth Philharmoniker VLADIMIR PATRASCU

per VIOLINO, dal Conservatorio di Berna ed Haendel Solisten GERHARD MULLER per VIOLA, dal Conservatorio di Mosca e dall’Orchestra Sinfonica di Zurigo ALINA KUDELEVIC, dalla StaatsKapelle di Dresda BORIS NEDIALKOV, dal Conservatorio di Brescia CLAUDIO MARINI

per VIOLONCELLO, dal Conservatorio di Milano MARCO RAPATTONI per PIANOFORTE (dal 26 agosto al 01 settembre).

Per completare l’offerta formativa un importante corso di MUSICA DA CAMERA con il

quartetto svizzero-tedesco RASUMOWSKY QUARTETT BERN ed una straordinaria pianista in residence, dal Conservatorio di Parigi, LILIA BOYADJIEVA ed una masterclass di

IMPROVVISAZIONE con il compositore ROBERTO ZECHINI.

Novità : Concorso per Borsa di Studio – sono state offerte ed assegnate 3 borse di studio

1- Borsa di Studio Rasumowsky Quartett Bern, assegnata al duo violinistico italo-tedesco Calini-Balser

2- Borsa di Studio per “violino solo” ad un talento del nostro territorio offerta dall’Associazione culturale Progetto Musical ( pres. Manu Latini) assegnata ad Alice Di Monte

3- Borsa di Studio “M° Elvira Petracci Cardinali” per Musica da Camera ad un ensemble del nostro territorio regionale offerta da Autolinee Cardinali assegnata al quartetto d’archi di ventenni fermano-maceratesi ANEMOS

I CONCERTI SERALI:

Programma di luglio in allegato: un concerto-evento del Rasumowsky Quartett Bern a Villa Baruchello, due serate musicali in Villa con Allievi e Maestri in concerto ed una speciale serata “Le note donate” “Tra i monti sibillini con la Grande Musica per Archi” concerto offerto alla città di Amandola in collaborazione con l’Associazione Musicale “La Fenice” presso il Santuario del Beato Antonio di Amandola.

Programma per i concerti “Suggestioni Pianistiche” 31 agosto ed 1 settembre in definizione.

MUSICA al TRAMONTO con il CONCERTO dei giovani musicisti della YUONG HOLIDAY SYMPHONY ORCHESTRA diretta dal M° Luca Mengoni – sabato 27 luglio 18.30