Porto Recanati, proseguono i controlli a tappeto all’Hotel House

21

Le Forze di Polizia hanno controllato 28 autovetture, identificato 180 persone delle quali 34 sono state denunciate

PORTO RECANATI – La Task force costituita da tutte le forze di polizia su input del Prefetto Iolanda ROLLI è da giorni costantemente impegnata nell’attento e serrato monitoraggio del complesso residenziale Hotel House dove vivono circa 2000 persone e dove si era registrato un andirivieni anomalo di persone riconducibile alla presenza di assuntori di sostanze stupefacenti che tentavano di acquistare sostanze stupefacenti.

I servizi predisposti con Ordinanza del questore Antonio PIGNATARO con l’Arma dei Carabinieri diretti dal comandante provinciale  Michele ROBERTI e della Guardia di Finanza Amedeo GRAVINA sono finalizzati a contrastare accessi ed uscite illegittime, impedendo contatti pericolosi per il preminente interesse pubblico della salute, data l’estensione dell’area e l’alto numero di residenti. Il dispositivo attuato in maniera continua ha l’obiettivo di arginare il fenomeno poiché l’Hotel House e’ rimasto l’unico luogo in cui acquistare sostanza stupefacente.

Il lavoro che stanno conducendo le forze di Polizia e’ un lavoro encomiabile che si può rilevare durante i controlli specie all’Hotel House dove ci sono persone che vagano alla continua ricerca di droga.

Il rischio per gli operatori è molto elevato ma nonostante tutto, con le precauzioni del caso, i dispositivi di protezione, per il bene della comunità, ancora una volta le forze di polizia dimostrano di essere sempre presenti.

Durante i controlli le forze di polizia cercano di far comprendere agli assuntori i rischi che corrono infatti gli stessi vengono sensibilizzati dai nostri operatori sulle conseguenze a cui si espongono a seguito di eventuali contagi che andrebbero spesso ad incidere sul loro sistema immunitario già compromesso dall’uso delle sostanze stupefacenti che come è noto va a deprimere le difese e le reazioni del sistema immunitario.
Il questore sottolinea che l’uso delle sostanze stupefacenti è dannoso alla salute. La letteratura scientifica e molto chiara su questo concetto perché l’uso delle droghe, qualsiasi esse siano va ad incidere e deprimere il sistema
Immunitario che diventa più vulnerabile e fa più difficoltà a reagire e contrastare i virus, per questo si ricorda a tutti i ragazzi di non fare uso delle
Droghe perché il loro sistema immunitario farebbe fatica a reagire ad un virus così aggressivo specie a chi ne fa uso da tempo.

Durissimo il lavoro in queste zone delle Forze dell’Ordine chiamate da un lato ad assicurare alla giustizia gli spacciatori che gravitano alla ricerca di sostanze stupefacenti, dall’altro a difendere nel contempo i tanti cittadini onesti lì residenti dalla diffusione del contagio del Coronavirus.

Un compito quindi svolto con fermezza nei confronti di chi delinque ma anche con umanità nei confronti di coloro che si trovano in situazioni di debolezza.

I controlli verranno ripetuti in modo pressoché continuo anche nei prossimi giorni e chi verrà sorpreso nella zona senza un giustificato motivo verrà sanzionato ai sensi della vigente normativa attuata dal Governo per il contenimento del Covid-19.

Un ringraziamento va anche al sindaco di Porto Recanati Roberto Mozzicafreddo che ha provveduto a mettere in sicurezza alcuni casolari abbandonati ubicati nei dintorni dell’Hotel House per impedire il loro utilizzo come luoghi di bivacco da parte di tossicodipendenti.

Nel corso dei servizi sono state sottoposte a controllo 28 autovetture, identificate 180 persone delle quali 31 sono state deferire all’A.G. ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità cosi’ come previsto dalla vigente normativa in materia di contenimento del Covid-19 e 3  per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Sono stati inoltre sottoposti a controllo tutti gli esercizi commerciali.

Il Prefetto ha espresso il proprio plauso a tutte le Forze di Polizia per la serrata, incessante attività svolta.