Porto d’Ascoli: cade dalla barca, tratto in salvo dalla guardia costiera

139

ASCOLI PICENO – Un 73enne di Moncalieri (TO) è caduto in mare all’altezza di Porto d’Ascoli (località Sentina) mentre era al timone di una barca a vela, in compagnia di un amico, ed è stato, dopo poco più di un’ora, individuato e successivamente tratto in salvo da un elicottero AW 139 della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera decollato dall’aeroporto di Pescara.

Alle ore 17 l’Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova riceveva una chiamata di soccorso da una persona che si trovava a bordo dell’unità da diporto denominata “Cutrettola” la quale denunciava la scomparsa da bordo del secondo passeggero durante la navigazione da San Benedetto del Tronto a Giulianova. In particolare il segnalante spiegava che, dopo essersi assentato per qualche minuto per ispezionare la sentina, ritornava sul ponte di coperta verificando l’assenza del compagno di viaggio.

Immediatamente scattavano i soccorsi, sotto il diretto coordinamento della Direzione Marittima di Pescara, con l’invio, nella zona di mare in cui navigava l’unità in parola, di due motovedette e di due battelli pneumatici appartenenti all’Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova e alla Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto – che ha coadiuvato i soccorsi – nonché di un velivolo del 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara.

Proprio quest’ultimo mezzo alle ore 18.20 riusciva a localizzare il naufrago, in soccorso del quale si tuffava un aerosoccorritore che, dopo aver raggiunto il malcapitato, lo metteva in condizione di essere verricellato a bordo dell’elicottero per essere successivamente sbarcato nel porto di San Benedetto dove veniva affidato alle cure del personale medico, nel frattempo preallertato.

La tempestività d’intervento e la professionalità dei soccorritori della Capitaneria di porto – Guardia Costiera hanno impedito, ancora una volta, che una tranquilla gita in barca si trasformasse in una tragedia del mare.