Pieve Torina, “La Macina” in concerto il 26 luglio tra musica e canti popolari

13

PIEVE TORINA (MC) – Una carriera lunga quarant’anni e 17 album all’attivo, ma soprattutto la realizzazione di un volume dal titolo “Cultura Popolare Marchigiana”, che rappresenta la più ampia ed organica raccolta di canti e tradizioni popolari della nostra regione. Sono questi i segni distintivi de “La Macina”, noto gruppo di canto popolare e ricerca sul tema, che aprirà il calendario degli appuntamenti estivi a Pieve Torina. Il concerto, fissato per la prossima domenica, 26 luglio, si terrà al Parco Rodari a partire dalle 21.15 e si colloca tra le iniziative legate a “Marche inVita, spettacoli dal vivo per la rinascita dal sisma”.

“Non abbiamo voluto rinunciare ad una stagione estiva caratterizzata soprattutto da appuntamenti dal grande valore culturale – annuncia il sindaco Alessandro Gentilucci – e nel pieno rispetto delle normative vigenti, il Comune di Pieve Torina tornerà ad offrire momenti di svago e non soltanto”.
Dal 1968 ad oggi, Gastone Pietrucci, voce e leader della formazione, è riuscito ad attingere linfa dalle radici profonde della nostra cultura musicale popolare, dando vita ad collettivo di indagine etnomusicologica che, con rigore e passione, ricerca, esegue con grande espressività e divulga.

“Vogliamo celebrare il ritorno a momenti di condivisione sociale con un concerto incentrato sulla riscoperta dei valori comuni, quegli stessi valori e quelle stesse tradizioni che a distanza forzata, a causa dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus, ci hanno tenuti uniti. Dal sisma del 2016 alla pandemia, dure prove da sostenere anche per la nostra cittadina. Nonostante tutto siamo stati e continueremo ad essere tenaci e perseveranti, ma soprattutto domenica torneremo al Parco Rodari per questo grande appuntamento in musica”.

Sul palco ci saranno Gastone Pietrucci, la voce, Marco Gigli, chitarra, Roberto Picchio, fisarmonica, Riccardo Andrenacci, batteria e percussioni, Marco Tarantelli, contrabbasso, e Giorgio Cellinese a coordinare.Ingresso libero con prenotazione obbligatoria allo 0737/518022