Pieve Torina, il 17 e 18 dicembre le “Terre del Tartufo”

4

Mostra mercato, non solo di tartufo ma anche di specialità tipiche del territorio, show coking a tema, laboratori e  tanti altri eventi in programma

PIEVE TORINA – “Noi, come Unione Montana e come territorio, ci siamo, nonostante le difficoltà patite per il sisma, e le Terre del Tartufo sono un eccellente testimonianza di questo nostro spirito propositivo”. È Alessandro Gentilucci, presidente dell’Unione Montana Marca di Camerino, a presentare alla stampa l’evento che caratterizzerà il fine settimana del Camerte dal punto di vista gastronomico e non solo.

“Abbiamo lavorato in questi anni per risanare l’Unione Montana e oggi, grazie alla forza della condivisione con i sindaci dei comuni che ne fanno parte, si avvia una tappa “zero” che, in futuro, porterà questo evento itinerante su tutta la Marca di Camerino. Il territorio ha bisogno di una spinta propositiva e propulsiva, ha bisogno di far crescere la propria economia e far vedere che, qui, sappiamo fare. Non possiamo fermarci alla ricostruzione delle case, certamente fondamentale, dobbiamo ricostruire anche il tessuto sociale, le condizioni per una vitalità economica che riattivi il turismo, la ristorazione, e che porti ad apprezzare lo straordinario ambiente dei Sibillini, la bellezza del paesaggio, la sua biodiversità. Il tartufo è frutto di tutto questo”.

Insieme ai sindaci di Ussita e Fiastra, Silvia Bernardini e Sauro Scaficchia, a testimoniare la valenza della condivisione di un progetto che in realtà parte da lontano visto che si tratta della riproposizione di un evento già tenutosi in anni passati, è intervenuto Angelo Serri, organizzatore tecnico della manifestazione, ad illustrare il programma che si svilupperà sabato 17 e domenica 18 dicembre: ben 16 gli espositori partecipanti alla mostra mercato, non solo di tartufo ma anche di specialità tipiche del territorio, 7 i ristoranti che hanno aderito al circuito di degustazione, 7 gli chef di rinomanza non solo regionale ma nazionale con show coking a tema, e tanti eventi in programma come ad esempio la passeggiata guidata lungo il “sentiero delle acque” e i laboratori ludico-didattici per famiglie e bambini.

Ad aprire il tutto sarà l’agorà affidata a Beppe Convertini, conduttore della storica trasmissione Linea Verde in onda su Rai Uno, con qualificati rappresentanti del territorio per discutere di prospettive di rilancio e sviluppo delle aree interne. E ancora una finestra sull’Adriatico con una degustazione incrociata tra il pescato di Civitanova Marche e, appunto, il tartufo; l’intervista alla stella dei Sibillini, lo chef Enrico Mazzaroni, affidata al noto autore Carlo Cambi; il tema della resilienza vedrà come testimone lo stesso Mazzaroni e Davide Moioli, ristoratore di Cantiano, territorio di recente alluvionato ma che esprime anch’esso il desiderio di rinascere.

“Una manifestazione che si apre al territorio” conclude Gentilucci “ma che non si chiude qui, guarda all’intera regione, all’Italia e ad un mercato anche più ampio visto che sarà rilanciata sui canali di Rai Italia nell’ambito della trasmissione Paparazzi rivolta ad un pubblico internazionale. Insomma, una vetrina importante sulle aree interne dell’alto maceratese”.

Il programma degli eventi, ad ingresso gratuito, è consultabile sul sito www.terredeltartufo.it.