Pesca e vendita irregolari, 38 sanzioni nell’operazione ‘Piscatores’

Operazione Guardia CostieraANCONA – Ben 38 sanzioni amministrative, per un importo complessivo di 43.000 euro, quasi tutte per l’etichettatura errata dei prodotti e la mancata tracciabilità, ma anche per assunzioni di personale non in regola a bordo dei pescherecci. 39 sequestri, per un totale di 250 kg fra pesce e molluschi, 2 reti, e 104 attrezzi da pesca.

Sono questi i principali risultati dell’operazione ‘Piscatores’, condotta dalla Guardia costiera delle Marche nella regione e in provincia di Perugia.

Sotto il coordinamento della Direzione marittima di Ancona – 7mo Centro di Controllo Area Pesca, gli uomini della Guardia costiera hanno portato a termine 83 missioni, intensificando i controlli sia sulle unità da pesca sia presso gli esercizi commerciali dediti alla vendita e alla trasformazione del prodotto ittico: ristoranti, pescherie, ambulanti e supermercati.