“Pesaro Young Art Festival”, oggi i giovani artisti scendono in piazza

5

Dalle 17 alla mezzanotte, il nuovo evento promosso dal Comune e SoundLogic Records coinvolgerà decine tra poeti, ballerini e musicisti pesaresi

PESARO – Poesia, danza, musica: la creatività dei giovani pesaresi scende in piazza con “Pesaro Young Art Festival”, il nuovo evento, a ingresso gratuito, promosso da Comune di Pesaro e SoundLogic Records nell’ambito del Premio “Città italiana dei giovani”, che si terrà oggi, sabato 7 gennaio, dalle 17, in piazza del Popolo.

«Siamo particolarmente felici di presentare questa nuova iniziativa – ha sottolineato Heidi Morotti, assessora alla Coesione -. Durante gli appuntamenti di ascolto organizzati nell’ambito del Premio ottenuto dalla città, abbiamo più volte raccolto dai ragazzi l’esigenza di avere momenti e luoghi in cui poter esprimere la propria creatività. “Pesaro Young Art Festival” risponde a tale richiesta e, allo stesso tempo, rappresenta un modo per dimostrare ai ragazzi che la città, e l’Amministrazione in particolare, è pronta ad accogliere le loro richieste».

«Sarà un’opportunità unica per gli artisti della città e un bel modo per valorizzare l’identità di Pesaro, Città creativa della Musica UNESCO e Capitale italiana della Cultura 2024» ha spiegato Massimiliano Santini, coordinatore eventi del Comune, nel presentare l’evento durante il quale cui si alterneranno, sul palco di piazza delle Popolo, 3 forme d’arte e decine di artisti della città.

A spiegare com’è nato l’evento, Francesco Amadei alias “Dask”, di SoundLogic Records: «Le nostre professioni ci permettono di stare a contatto con gli artisti locali e nazionali 365 giorni l’anno. Un’attività che ci appassiona e da cui è nata l’idea di creare l’appuntamento di sabato, che ci auguriamo possa diventare una data fissa nel calendario del centro storico. “Pesaro Young Art Festival” è stato pensato come un contenuto originale che i ragazzi proporranno al pubblico: abbiamo già visto una bella energia durante le prove e non vediamo l’ora di mostrarla al pubblico».

Collante della serata sarà il suono, «capace di legare la musica, la danza e la poesia – ha precisato Filippo Santori, di SoundLogic Records -: nella musica è la componente principale; nella danza è l’anima dei movimenti; nella poesia caratterizza il racconto con la voce del poeta. Sul palco verranno presentate le opere scritte dagli stessi artisti o interpretate dai lettori; successivamente Mds Lab Movimento Dance Studio presenterà un piccolo estratto dall’ultimo spettacolo di Natale della scuola, dai più piccoli dell’hip hop fino ai gruppi intermedi e avanzati del modern, contemporaneo e hip hop. I concerti saranno poi eseguiti da giovani musicisti locali di diversi generi. La prima parte sarà dedicata alla musica pop e indie, si passerà poi al rock per poi concludere con ritmi urban, r&b e con il dj set finale».

A dare inizio al programma saranno le letture de “Le Voci dei Libri” accompagnate al pianoforte, dalle ore 17 (fino alle 18) delle opere realizzate da David Boschi; le poesie di Benedetta Galoppi saranno poi lette da Sara Santori e quelle di Lorenzo Rosotti da Thomas Galli. L’ora successiva, dalle 18:15 (fino alle 19:15) sarà dedicata alla danza, con le coreografie eseguite da ragazzi e ragazzi dell’Asd Mds Lab Movimento Dance Studio. “Pesaro Young Art Festival” chiuderà con il sound di diversi generi musicali dalle 19:30 alla Mezzanotte. I concerti saranno eseguiti da 14 giovani artisti locali suddivisi per genere. La prima parte sarà dedicata alla musica pop e indie, insieme a W3ndy, Red, Gianluca Paradiso, Garbino; la seconda a quella rock interpretata da The Flumana e da The Sick Orange; la terza sarà segnata dai ritmi urban e r&b di Merko, Broll, Scar, Lume, Fill Koi, Manuelito, Ambra, Mirai. A chiudere sarà il dj set di Dask.

A condurre il festival saranno Marco Corona e Andrea Schianini alias “Dj Thor”: «Dopo aver fatto ballare diverse generazioni di giovani, mi sono spostato sul piano nazionale ma sarà una bella emozione tornare a Pesaro per questo evento dal format internazionale che, ci auguriamo, possa farci scoprire qualche nuovo talento».