Pesaro, prende il via domani “UlisseFest – la festa del viaggio”

75

150 ospiti e 50 appuntamenti in 4 giorni: dal 13 al 16 luglio la festa di Lonely Planet fa tappa a Pesaro, con un programma ricco di spunti e idee per viaggiare, approfondire e divertirsi

PESARO – Dal 13 al 16 luglio Pesaro Capitale Italiana della Cultura 2024 accoglie la sesta edizione di UlisseFest, la festa del viaggio di Lonely Planet: un’occasione per incontrare ospiti italiani e internazionali accomunati dalla grande passione per il viaggio: scrittori, artisti, content creator, fotografi e giornalisti. Il programma è decisamente ricco tra reading, concerti, film, dibattiti e workshop. Il festival è ideato e organizzato dalla casa editrice EDT, partner di Lonely Planet per l’Italia dal 1992 ed è promosso dal Comune di Pesaro. Tra i media partner: RAI Radio 3, Adnkronos, l’associazione Igers Italia, Marche Radio, Radio Incontro, Il Giornale della Musica. L’edizione di quest’anno coincide con un evento importante per Lonely Planet: il 50° anniversario della casa editrice fondata nel 1973 da Tony e Maureen Wheeler al termine dell’epico viaggio che dall’Europa li portò in Australia, dopo aver attraversato l’Asia lungo il celebre hippie trail.

Il tema di UlisseFest 2023, è Tra caos e poesia, due sensazioni contrapposte che spesso proviamo quando ci troviamo lontani da casa, in luoghi di cui ignoriamo lingua, cibi e tradizioni, sopraffatti dalla diversità e da un senso di confusione. Ogni viaggio è un precario equilibrio tra caos e poesia. Ma il caos è anche una cifra del nostro vivere quotidiano, turbato da guerra e pandemia, violenza di genere, crisi economica e cambiamento climatico. E così ci mettiamo in viaggio per fuggire dal caos e cercare poesia in un mondo che rimane capace di incantare i viaggiatori.

Sui palchi e nelle piazze si alterneranno personalità di spicco del panorama culturale italiano, tra scrittori, giornalisti, artisti e semplici viaggiatori, fotografi di viaggio e reporter, poeti, influencer ed esperti di comunicazione digitale. Tra gli ospiti: Franco Arminio, Vinicio Capossela, Moreno Cedroni, Simone Cristicchi e Amara, Bill De Blasio, Donatella Di Pietrantonio, Umberto Galimberti, Saimir Kristo, Vito Mancuso, Mike Maric, Eliades Ochoa, Stefania Parmeggiani, Carlo Ratti, Stefano Senardi, Cecilia Sala, Tony Wheeler.

Tre i concerti in piazza del Popolo: il 13 luglio Vinicio Capossela offrirà uno spettacolo animato dalle musiche e dalle parole delle Tredici canzoni urgenti che danno il titolo al nuovo album (prevendite su Vivaticket.com e TicketOne.it); il 14 luglio Simone Cristicchi e Amara nel concerto mistico per Battiato “Torneremo ancora” (concerto gratuito). Il grande artista siciliano sarà protagonista già nel pomeriggio al Teatro Sperimentale con la proiezione e la presentazione di Stefano Senardi, Franco Cattini e Marilisa Capuano del film ‘Franco Battiato – La voce del padrone’, vincitore del Nastro d’Argento. Il 15 luglio sarà la volta di Eliades Ochoa, uno dei più grandi artisti cubani viventi celebre anche per aver preso parte al Buena Vista Social Club di Ry Coode (concerto gratuito). Dopo i concerti, la festa prosegue con i Dj set all’Acquedotto (via dell’Acquedotto 9), nuovo spazio di intrattenimento dove si ballerà fino a notte fonda.

In tema di spiritualità, con Umberto Galimberti si indagherà l’incerto e fertile territorio al confine tra follia e ragione, nella consapevolezza che anche il viaggio nasca spesso dall’incontro tra istanze creative irrazionali e una pianificazione ragionata. Con il filosofo e teologo Vito Mancuso si proverà a capire quali fermenti germinano dall’incontro tra la paura e il coraggio guidati dall’idea che il viaggio sia anche il tentativo di trovare direzioni affidabili in un mondo instabile. Degli aspetti sociali, storici e affettivi del viaggio parlerà la scrittrice Donatella Di Pietrantonio. Nel puro spirito Lonely Planet, particolare attenzione verrà dedicata alle destinazioni del mondo: dall’Afghanistan alla Colombia, dalla Cina alla Russia con Cecilia Sala, giornalista e autrice del podcast Stories, in una conversazione con la speaker radiofonica Doris Zaccone. Di Giappone si occuperà l’influencer, scrittore e creator digitale Kenta Suzuki, in collaborazione con JNTO. Ai grandi protagonisti dei viaggi del passato saranno dedicati i racconti di Andrea Canova e Gianni Dubbini Venier, in una ricognizione che da Pigafetta giungerà fino alla cucina creativa di Moreno Cedroni, nella conversazione condotta da Luca Iaccarino in collaborazione con Italian Travel Press.

Grande attenzione anche al tema delle città, luoghi dove sempre più si giocano le sfide del pianeta. I cambiamenti climatici e le loro ricadute anche in una grande metropoli saranno al centro dell’intervento di Bill De Blasio, sindaco di New York dal 2014 al 2021. Di città parlerà Carlo Ratti, ingegnere, architetto e teorico dell’architettura, figura di riferimento del dibattito attuale, in un panel che vedrà coinvolti il sindaco Matteo Ricci e Daniele Vimini, vicesindaco e assessore alla Bellezza di Pesaro. All’esplorazione dei tesori artistici e architettonici delle città è dedicato l’intervento di Giovanni Carlo Federico Villa, storico dell’arte autore del volume Un popolo di statue (EDT, 2023).

Protagonista del festival sarà la parola poetica: nella intensa lettura del paesaggio e dei suoi antichi luoghi del ‘paesologo’ Franco Arminio, nel toccante omaggio a Giuseppe Ungaretti e ai luoghi della Grande Guerra in Friuli Venezia Giulia con la guida turistica Elisa De Zan e nelle letture poetiche dell’associazione pesarese Le Voci dei libri. Il teatro e la vita al centro dell’incontro con il maestro Pier Luigi Pizzi, regista, scenografo e costumista tra i più importanti di ogni tempo, autore del recente volume di memorie Non si può mai stare tranquilli (EDT, 2023). Ai confini della Terra ci si spingerà con Antonella Giacomini, giornalista e scrittrice che ha seguito il richiamo della natura dalla Groenlandia alla Patagonia, e con Paola Giacomini, che ha viaggiato a cavallo in luoghi remoti come la Mongolia, in un dialogo dedicato ai viaggi più estremi moderato da Linda Cottino. Di destinazioni internazionali si parlerà nel panel Il salotto del mondo, focalizzato sulle mete da mettere sotto i riflettori nel breve periodo (con rappresentanti di Giappone, Malta e Slovenia), e poi focus su una meta destinata a essere sempre più amata come l’Albania, con Piero Pasini, autore Lonely Planet, Saimir Kristo, direttore e fondatore della Triennale di Architettura di Tirana e con il videomaker e scrittore Vittorio Bongiorno. La Mongolia sarà protagonista del film L’ultima luna di settembre (titolo orginale Harvest Moon, nelle sale dopo l’estate), storia di un viaggio di ritorno che è anche un percorso di crescita interiore. Al Bel Paese verrà dedicato l’incontro Viaggio in Italia, con un dialogo tra gli esponenti di alcune delle regioni più visitate: Toscana, Friuli Venezia Giulia, Umbria e Veneto.Tom Hall, vice presidente di Lonely Planet, racconterà le eccellenze che fanno dell’Umbria, destinazione nella classifica Lonely Planet Best in Travel 2023, una meta sorprendente tra arte, sapori e cultura del viver bene. E si parlerà anche di Toscana riportando l’esperienza di grandi protagoniste dell’imprenditoria turistica in questa regione.

La dimensione psicologica del viaggio sarà al centro dell’intervento di Remo Carulli, scrittore e psicoterapeuta che ha approfondito il tema nel libro Psicologia del viaggiatore (Gesualdo Edizioni 2022) e di Giulia Lamarca, psicologa e travel blogger. Di ciò che significa viaggiare in bilico costante tra insicurezza e desiderio inesauribile di scoperta, parlerà Luigi Farrauto, scrittore, viaggiatore e cartografo che ha raccontato le sue esperienze nel volume Geografia di un viaggiatore pavido (Laterza 2023). Ci si muoverà tra corpo e arte in contesti spesso difficili e segnati dall’esclusione, accostando una delle figure più iconiche del Novecento, Joséphine Baker – capace di incidere non solo nel mondo dello spettacolo, ma nella società stessa -, in un intenso dialogo a distanza con la vicenda biografica di Anna Maria Gehnyei, giovane scrittrice italiana di origine liberiana immigrata di seconda generazione in dialogo con la giornalista Valentina Lo Surdo. Mike Maric, primatista mondiale di apnea e ricercatore, introdurrà il suo documentario ‘Broken Breath’, finalista all’Ocean Film Festival, e al termine della proiezione illustrerà alcune tecniche di respirazione contenute nel suo ultimo libro Se respiro, posso (Roi edizioni, 2023). E poi un viaggio a Rimini, nel mondo di Federico Fellini, tra biografia e immaginazione, con Stefania Parmeggiani autrice di Fellini, Rimini e il sogno (Zolfo, 2023). La capacità di inventare o ricreare mondi con il disegno, traendo spunto da uno degli strumenti più classici del viaggio, ispirerà l’appuntamento Atlanti di viaggio: una lettura disegnata, animato dalle storie e dalla voce di Anselmo Roveda e dalle illustrazioni di Marco Paci, i cui originali saranno visibili a Palazzo Gradari nella mostra “Gli Atlanti dell’immaginario”. Degli aspetti pratici del viaggio si parlerà con Elena Ghiretti, autrice di Hostaggio. Guida serissima per ospitare sconosciuti (e alloggiare in casa loro) (Accento, 2023), ZenithVan, influencer esperti di ‘van life’, e Raffaele Filippini, del Sunflower Backpacker Hostel di Rimini, per capire come la nascita di nuove modalità di pernottamento abbia generato una vera e propria rivoluzione nel modo di viaggiare.

Il tradizionale appuntamento con i workshop del Festival evolve e si organizza quest’anno nella Lonely Planet Academy, un’occasione per fornire agli iscritti basi e strumenti da applicare al proprio lavoro quotidiano: le ricerche sul campo degli autori e la loro conversione in guide cartacee, la genesi dei contenuti veicolati sul web e sui social media, la scrittura di un podcast e di un reportage giornalistico, la produzione video. E poi ci saranno yoga all’alba in collaborazione con Presstour by Turisanda, mindfulness e meditazione in collaborazione con Shiruq, aperitivi a base di specialità umbre in collaborazione con Umbria e show cooking di confine dal Friuli Venezia Giulia, phototrekking urbani e un food truck collocato solo per giovedì 13 in piazzale della Libertà che offrirà gratuitamente i sapori delle eccellenze della cucina veneta.

Nelle varie sedi del festival, a fare da supporto i volontari locali e nazionali dell’associazione Vicolo Corto, realtà che si occupa di progetti europei incentivando le giovani generazioni a viaggiare in modo consapevole.