Pesaro, Settimana Rossiniana Digital Edition: le iniziative dal 21 al 28 febbraio

18

Un cartellone digitale da seguire sulla pagina Facebook Pesaro Cultura e su Rossini TV. Per l’assessore alla Bellezza Daniele Vimini, un programma concentrato ma di grande qualità, che deve la sua forza alla sinergia fra le istituzioni musicali della città

PESARO – Febbraio 2021 non ci concede il giorno del compleanno di Rossini (nato il 29 febbraio 1792) ma ci offre l’ormai immancabile ‘Settimana Rossiniana’ dal 21 al 28 febbraio -, quest’anno in versione digitale. Il calendario è concentrato ma denso di bellezza e qualità, e prende forma grazie al coinvolgimento di enti e istituzioni musicali uniti per celebrare vita e opere del genio di Pesaro Città Creativa Unesco della Musica.

Il programma propone concerti naturalmente, ben 4, tutti in streaming dal Teatro Rossini, luogo per eccellenza della geografia urbana rossiniana: giovedì 25 febbraio alle 21 sale sul palco la Filarmonica Gioachino Rossini, venerdì 26 alle 20.30 l’Orchestra Sinfonica G. Rossini, sabato 27 febbraio alle 20.30 ancora l’OSR in un duetto a cura della Fondazione Rossini, domenica 28 alle 17 gli auguri a Rossini del Conservatorio con i cantanti del Rossini Opera Festival.

E ancora, la proposta di Andar per fiabe per i più piccoli ‘Gioachino Qua…Gioachino là!’, una conversazione con Maria Chiara Mazzi alla scoperta di Maria Malvezzi Hercolani, personaggio alla corte di Rossini, la presentazione di Bravo Bravissimo – Rossini Opera test, il libro-gioco didattico progettato da John Betti per avvicinare bambini e ragazzi al mondo di Rossini attraverso un percorso a fumetti che reinterpreta il classico gioco dell’oca. A proposito di giovanissimi, vale la pena segnalare una ‘chicca’ che rimanda alla proverbiale passione del compositore per la buona cucina: giovedì 25 febbraio le scuole dell’infanzia e primarie si gusteranno un pranzo speciale a menù rossiniano.

Anche i luoghi della cultura entrano nel palinsesto della Settimana con due attività per famiglie in presenza al Museo Nazionale Rossini di Palazzo Montani Antaldi (il 23 e il 26 febbraio alle 17) e i musei – Musei Civici, Museo Nazionale Rossini e Casa Rossini – aperti al pubblico dal lunedì al venerdì orario 15.30-18.30. Completano il pacchetto due mostre: ‘Noi. Non erano solo canzonette’ allestita a Palazzo Mosca – Musei Civici e al Museo Nazionale Rossini; allo Spazio Sora (via Rossini 35), si ammira l’allestimento visio-grafico a cura della sezione di grafica del Liceo Artistico Mengaroni ispirato dalla fiaba che Rossini mise in musica in un’opera molto amata: La Cenerentola.

Così Daniele Vimini, vicesindaco e assessore alla Bellezza del Comune: ‘E’ importante essere qui oggi a presentare l’edizione 2021 del Compleanno di Rossini, un’edizione digitale – visto il momento non poteva essere altrimenti – ma con lo sguardo rivolto ad un futuro il più possibile vicino che speriamo ci restituisca la presenza. Eravamo qui un anno fa, in mezzo sono accadute tante cose ma la musica non si è mai fermata o si è fermata il meno possibile e abbiamo avuto un anno intenso culturalmente parlando, nonostante le complessità. Le attività del calendario della Settimana Rossiniana 2021 sono concentrate ma puntano sulla qualità, su un livello decisamente alto e sono possibili grazie alla sinergia autentica tra le istituzioni musicali della città. Perché se il Compleanno di Rossini è diventato un elemento forte di promozione culturale del territorio è proprio perché nasce da una coralità di realtà diverse ma profondamente unite per Rossini. Fin dal suo esordio, uno degli obiettivi del progetto del Compleanno era di avvicinare sempre più pubblico al compositore e al suo mondo; in questo, la formula digitale ci aiuta ad aprirci ad un target davvero universale. A proposito di digitale, approfitto di questa occasione per congratularmi con le varie istituzioni musicali che hanno fatto della difficoltà un’opportunità mettendo a punto soluzioni e modalità di performance e facendo una grande salto in avanti per ciò che riguarda la tecnologia; la risposta per sopperire all’impossibilità di essere a teatro fisicamente è diventata così un investimento sul futuro. Non ci resta che goderci le iniziative in programma dal 21 al 28 febbraio, diverse e ambientate in luoghi differenti e, soprattutto, che ci permettono di dare nuova vita ad attività congelate dall’anno scorso. Pesaro va avanti nel segno di Rossini e della musica’.

Giuliana Ceccarelli, assessore alla crescita del Comune, ricorda che: ‘Sono 49 le scuole – dell’infanzia e primarie – coinvolte nel pranzo del 25 febbraio per un totale di 2.900 bambini che potranno conoscere la storia di Rossini, un personaggio importante della storia della loro città, attraverso il cibo. Il menù rossiniano sarà preceduto dal racconto delle vicende del compositore elaborato dalle insegnanti; quindi si tratta di un vero e proprio percorso che considero una proposta simbolo di una comunità che voglia dirsi educante. Un percorso che funziona, che si rivela coinvolgente e che viene proposto per altri personaggi anche alle scuole secondarie.’

Tutti i concerti e gli spettacoli sono gratuiti e visibili in streaming sulla pagina Facebook Pesaro Cultura (oltre che sui canali indicati nel programma) e su Rossini TV (canale 633 del digitale terrestre).

‘Buon (non) Compleanno Rossini’ è un progetto promosso da Comune di Pesaro, Regione Marche, Ministero per i beni e le attività culturali e il turismo, AMAT, Conservatorio Statale di Musica G. Rossini, Fondazione Rossini, Rossini Opera Festival, Orchestra Sinfonica G. Rossini, Filarmonica Gioachino Rossini, Sistema Museo.

Calendario delle iniziative sempre aggiornato su: www.pesarocultura.it www.gioachinorossini.it