A Pesaro Recap e “Carpe Riem”: due serate all’insegna della musica

4

Esibizioni live di giovani musicisti hip hop, freestyle, ambient, lo-fi e post-hardcore; autoproduzioni e area writing. Due giorni dedicati ai giovani pesaresi al Mercato delle Erbe

PESARO – Pesaro, “Città italiana dei giovani” 2022, continua il suo calendario dedicandosi alla musica dal vivo con Recap e “Carpe Riem”, due eventi gratuiti che, venerdì 6 gennaio e sabato 7 gennaio, sempre alle ore 21, al Mercato delle Erbe (chiostro del palazzo San Domenico, ingresso da via Branca) porteranno sul palco gli artisti della città.

«Per un weekend, i ragazzi avranno uno spazio dedicato alla loro creatività ed arte; proprio una delle richieste emerse durante le tappe di ascolto fatte nei mesi scorsi- sottolinea Heidi Morotti, assessora con delega alle Politiche giovanili -. Quella di venerdì e sabato è una doppia iniziativa che valorizza il circuito virtuoso stimolato dall’impegno dell’Amministrazione e sollecitato dal riconoscimento del Premio “Città italiana dei giovani”. I giovani stanno imparando a riconoscere e rivolgersi alla comunità e alle istituzioni, si sentono più partecipi e attivi: un risultato che ben si inserisce anche nella progettualità di Pesaro 2024, Capitale italiana della Cultura, che guarda e investe su ragazze e ragazzi».

«Dopo il successo della mostra “Senza Chiodi”, visitabile fino all’8 gennaio a Palazzo Gradari – spiega Simone Cangiotti, direttore artistico di Recap -, abbiamo cercato di costruire un contenitore che potesse accogliere una selezione di giovani musicisti attivi nel panorama cittadino. Tornare a fare musica, in un posto come il Mercato delle Erbe, in tandem con “Carpe Riem” è parte di un processo culturale più ampio che vorremmo perseguire nei prossimi mesi». Marco Roscetti, presidente di Periferica – Associazione Culturale, lo definisce «un processo che raccoglie e distribuisce le espressioni più autentiche della Pesaro post-rumorosa. Un’indagine sul sentimento artistico contemporaneo, dal pop all’hip hop, per confermare l’importanza della scoperta, tanto per gli artisti quanti per gli ascoltatori».

Sul palco del Mercato delle Erbe saliranno, venerdì 6 gennaio, dalle 21, Marter, Oko Oko, Oberdan, Louvre e Sorbolounge. Questi i 5 progetti musicali pesaresi che si alterneranno per “Recap – Il Festival che nonostante tutto”, promosso dal Comune insieme alle associazioni Periferica e Tavolo Studenti, per raccontare la voglia di ritornare a suonare dopo la pandemia.

Shekkero, Drimer, Frenk, Hydra, Problem, Simon, Dono e Bruno Bug sono invece gli artisti hip hop provenienti da tutta Italia per la X edizione di “Carpe Riem” (sabato 7 gennaio) festival che è riuscito a confermarsi come uno dei principali palcoscenici della Penisola per la crescente arte dell’improvvisazione canora.

«L’idea, dopo 3 anni di pausa dall’ultima edizione – spiegano Marco Carboni e Immanuel Taddei, organizzatori di “Carpe Riem” –, era di dare continuità alla crescita musicale della città; soprattutto per il freestyle, che sta rendendo Pesaro il punto di riferimento del Centro Italia, una meta obbligata per ogni appassionato del genere. Ricominciare a far musica nel Mercato delle Erbe è poi un valore aggiunto della due giorni, perché rispecchia la nostra idea di portare una controcultura nel cuore della città, rendendola fruibile anche ai “non addetti ai lavori” ma mantenendo l’anima underground che la contraddistingue».

Nelle due serate ci saranno anche spazi dedicati alle autoproduzioni, alla vendita del merchandising dei gruppi e al writing.

Info e aggiornamenti scrivendo a associazioneperiferica@gmail.com o nelle pagine Facebook e Instagram di Periferica – Associazione culturale.