Pesaro: fino al 23 dicembre “I colori della vita”, mostra in ricordo di Mili

Pesaro: prosegue fino al 23 dicembre "I colori della vita", mostra in ricordo di Alfideo MiliPESARO – Prosegue “I colori della vita”, la mostra di pittura in ricordo dell’artista Alfideo Mili, allestita nella sala Laurana a Palazzo Ducale. L’esposizione resterà aperta fino al 23 dicembre, con orario 10-12 e 16-20. L’ingresso è libero.

Alfideo Mili (Urbino 1926 – Pesaro 2015) ha studiato all’istituto di Belle Arti di Urbino, ma ha vissuto a Pesaro fino alla sua morte, avvenuta l’8 aprile 2015, a 89 anni. Fa parte dell’Albo d’Oro della Scuola del Libro di Urbino Liceo Artistico.

Artista molto conosciuto, uomo di grande cultura, saggezza e pieno di luce e umanità, come i quadri che negli anni ha dipinto. Nelle sue opere Mili racconta un mondo ampio e sonoro dove la vita di ogni giorno la bellezza della campagna, le case, gli animali, le figure umane si muovono sciolti nella libertà del segno e del colore. Narra di questo mondo e di questi mondi immergendoli nella luce, nella pienezza solare, restituendoli poi a una concretezza nuova.

È definito il pittore della luce, che diventa un fatto nuovo e sorprendente, una fonte di vitalità creativa, di purificazione. L’artista non si limita ad un piano solamente poetico, è impegnato in un clima corale di vasta e consapevole solidarietà umana.

I suoi quadri, i suoi disegni, che rappresentano i paesaggi, il mondo contadino, donne al mare, preti che giocano, scene di attività venatoria, cavalli e altri animali e altri aspetti della vita e dell’ambiente, sembrano riferire l’anelito di desideri inconsueti, silenziosi di fronte al fragore della società.