Pesaro, presentazione del libro su Casetta Vaccaj di Valeria Scafetta

33

Lunedì 20 dicembre nella corte di Palazzo Mosca la presentazione del libro dedicato a un simbolo del patrimonio culturale e della vita conviviale della città, in occasione dei 40 anni della storica attività fondata da Lucio Ottani e Vilma Del Prete

PESARO – Ci sono luoghi che più di ogni altro sono simbolo della città che li accoglie: è così per la Casetta Vaccaj, l’edificio più antico di Pesaro ma anche caffè elegante che rappresenta al meglio l’arte dell’accoglienza, nato il 20 dicembre 1981 da un’intuizione geniale di Lucio Ottani con la moglie Vilma Del Prete.

Lunedì 20 dicembre alle 20 – nel giorno esatto dei suoi primi 40 anni di vita – nella corte di Palazzo Mosca si presenta il ricco volume che racconta la storia di questo raffinato salotto di convivio nel cuore del centro, una storia che si intreccia con le vicende della città. Curato da Valeria Scafetta, il libro è promosso e realizzato dalla Presidenza del Consiglio Regionale delle Marche in collaborazione con il Comune di Pesaro/Assessorato alla Bellezza, ed esce nella collana editoriale ‘I Quaderni del Consiglio’, progetto editoriale che da 25 anni diffonde e valorizza storia e tradizioni culturali delle Marche. Accanto agli enti istituzionali, le sorelle Sabrina e Silvia Ottani – attuali titolari della Casetta Vaccaj Cafè – che hanno ideato e voluto fortemente una pubblicazione che lasciasse memoria scritta dell’impresa degli amatissimi genitori ormai scomparsi.

All’incontro saranno presenti: per il Comune di Pesaro il sindaco Matteo Ricci e l’assessore alla Bellezza Daniele Vimini, per la Regione Marche Dino Latini Presidente del Consiglio Regionale e Micaela Vitri responsabile del Comitato ‘I Quaderni del Consiglio’, l’autrice Scafetta, le sorelle Ottani, il grafico Mario Carassai e tutti coloro che hanno partecipato alla redazione dei contenuti.

In più di 100 pagine emergono secoli di storia (Casa Vaccaj risale al 1470) attraverso cui si delinea anche la storia più ampia della città grazie a contributi preziosi di studiosi, storici, restauratori e tanti pesaresi che in qualche modo sono stati ‘segnati’ – per passione, lavoro o altro – da questa vera e propria icona del tessuto urbano pesarese. Perché Casetta Vaccaj è una cartolina perfetta per la cultura della nostra città grazie anche alla sua collocazione in quel ‘gioiello’ che è piazza Mosca, tra i Musei Civici colmi di tesori d’arte e il magnifico Palazzo Mazzolari, ma anche a pochi passi dai mosaici della Cattedrale e dalla casa natale di Rossini; insomma, un crocevia di bellezza. Non a caso, le dedica una pagina anche la guida uscita di recente 100 cose da sapere e da fare a Pesaro e dintorni, Chiara Giacobelli, Gruppo Editoriale Raffaello (2021).
Il libro è stato stampato presso il Centro Stampa Digitale del Consiglio regionale delle Marche; grafica e impaginazione sono di Mario Carassai.
Giornalista e scrittrice romana, Valeria Scafetta da anni risiede a Pesaro ed è autrice di numerose pubblicazioni a livello nazionale legate a temi storici, culturali e sociali. Dalla sua passione per la difesa della memoria nasce il blog www.traccevolanti.com.