Pesaro, inaugurato il nuovo sgambatoio del centro storico

19

Ricci e Pozzi: «Un servizio utile al Quartiere che favorisce la socialità e aiuta a tenere più pulita la città»

PESARo – Inaugurato il nuovo sgambatoio di viale del Risorgimento, nei giardini Paul Harris: «Uno spazio funzionale, curato, che va ad aumentare i servizi a disposizione dei residenti del Quartiere 1 – Centro storico, e dei loro amici a quattro zampe» hanno sottolineato il sindaco Matteo Ricci e l’assessore al Fare Riccardo Pozzi.

«Un anno fa, a cena a casa di una famiglia pesarese – ha detto il sindaco Ricci – era emersa tra le esigenze quella di avere uno sgambatoio più adeguato in centro storico: oggi inauguriamo un nuovo spazio dedicato alla socialità, dove i cani possono divertirsi e svagarsi insieme ai loro padroni. Contemporaneamente, rispondiamo alle richieste di un servizio di un quartiere, lanciando un messaggio chiaro: teniamo pulita la città. Il cane unisce, godiamoci i nostri amici a quattro zampe, ma facciamolo rispettando il decoro e gli spazi che ci circondano».

«Quest’area – ha aggiunto Pozzi – risponde alle necessità del centro storico, la zona della città che ha meno spazi verdi a disposizione ma che conta tanti residenti con animali domestici. Insieme al Consiglio di Quartiere, e ai padroni degli amici a quattro zampe, abbiamo deciso di realizzare un ulteriore sgambatoio che va ad aggiungersi all’esistente, per completare un’offerta di servizi dedicati ai cani di piccola e di grande taglia superando i problemi di convivenza fra le due tipologie».

I lavori, dell’importo complessivo di 25mila euro, hanno previsto la sistemazione e recinzione dell’area (e la sistemazione della rete dei campi sportivi di via Della Robbia), la collocazione di due panchine e di due raccoglitori per le deiezioni. «In questo modo – aggiunge Pozzi – diamo valore a uno spazio verde che ci auguriamo sia sempre più frequentato per potenziare la vivacità e, di conseguenza, la sicurezza dell’area». C’è poi la funzione di responsabilizzazione dei cittadini: «L’invito che rivolgiamo ai padroni dei cani è di usufruire di questo servizio per tutelare il decoro del centro storico, da alcuni usato in maniera impropria per i bisogni dei loro animali» ha concluso l’assessore.