Pesaro, “Per una nuova storia letteraria” di Federico Sanguineti: la presentazione

9

Nell’ambito della serie “Pesaro Storie”, proposta dalla Società pesarese di studi storici,  l’evento si terrà lunedì 7 novembre  nella sala convegni di Palazzo Ciacchi

PESARO – Lunedì 7 novembre 2022 alle ore 17,30 nella sala conferenze di Palazzo Ciacchi (esedra Ciacchi – via Morselli, 34 – 61121 Pesaro PU) Sara Lorenzetti conversa con Federico Sanguineti, autore di “Per una nuova storia letteraria” (Argolibri 2022, pp. 188).

Il volume affronta una questione spesso omessa o ignorata: la rimozione dell’«altra metà del cielo», ovvero delle scrittrici, dal canone della letteratura italiana. Certo, uno cita subito Grazia Deledda, che straordinariamente vinse il Nobel nel 1926: ma, a parte lei, quante altre autrici d’altri tempi si saprebbero indicare su due piedi?
Il tema proposto dal saggio di Federico Sanguineti è appunto l’assunzione di un diverso canone, costruito metodologicamente alla luce del pensiero della differenza, che comprenda nomi più o meno noti – da Cristina da Pizzano a Joyce Lussu – e che altresì riconsideri figure come Beatrice, o Laura, o Angelica e Clorinda, e le Fillidi e le Cloe «che più tardi invasero l’Arcadia»: tutte, a pensarci bene, immaginate o cantate da uomini.

Sara Lorenzetti, ricercatrice di Letteratura italiana a Macerata, si è interessata di letteratura dell’Ottocento e del Novecento italiano (da Pirandello a Volponi e al Crepuscolarismo); di recente si è rivolta a studi di genere (Sibilla Aleramo, Antonia Pozzi, Joyce Lussu) e alla scrittura migrante (Igiaba Scego, Ornela Vorspi, Amara Lakhous). Nel 2018 ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale a professore associato in Letteratura italiana, oggi insegna nelle università di Urbino e di Macerata. Ha partecipato a numerosi convegni, tra cui quello recentemente svoltosi a Pesaro su Giulio Perticari.

Federico Sanguineti è ordinario di Filologia dantesca all’Università degli studi di Salerno. Ha curato, fra l’altro, nel 2001 Dantis Alagherii Comedia nel 2001 e nel 2020 Inferno. Edizione critica alla luce del più antico codice di sicura fiorentinità (Laurenziano Pluteo XL 12). Fra le pubblicazioni più recenti: Le parolacce di Dante Alighieri, introduzione di Moni Ovadia (2021); Paradiso con Dante e con Beatrice, insieme a Sara Alzetta e Moni Ovadia e con Haim Fabrizio Cipriani (2021), e Temi svolti di storia letteraria ad uso di docenti e di discenti (2022).

La cittadinanza è invitata