Pesaro ha partecipato al Meeting online delle Città Creative Unesco della Musica

9

Si è conclusa oggi a Frutillar in Cile, la tre giorni Unesco.Il  vice sindaco Vimini ha partecipato con rappresentanti del territorio portando il contributo della città ai tavoli di discussione internazionali

PESARO – Si chiude oggi 20 novembre il Meeting delle Città Creative Unesco della Musica che si svolge in versione digitale da Frutillar in Cile. Pesaro è naturalmente presente ad un appuntamento – ancor più significativo nell’emergenza attuale – pensato per far incontrare e dialogare la comunità creativa internazionale, gli artisti e le imprese del settore. Più di 40 le destinazioni coinvolte tra dibattiti, momenti istituzionali, tavoli tematici, laboratori e fiere virtuali; un’occasione preziosa per analizzare il presente e far emergere modalità vincenti da mettere a sistema, obiettivo prezioso ancor più in un’epoca come questa che vede il mondo dello spettacolo dal vivo e dell’arte in seria difficoltà ma non per questo meno propositivo.

La nostra città è rappresentata dal vice sindaco e assessore alla Bellezza Daniele Vimini. Accanto a lui, a testimoniare una realtà culturale e creativa davvero ricca e articolata, diverse figure del territorio che hanno partecipato ai tavoli ‘tecnici’ portando il proprio contributo legato all’esperienza su Pesaro: Filippo Galeazzi Focal Point UCCN per l’amministrazione comunale, Emanuela Pianosi/Comune di Pesaro Welfare Community Manager, Carlotta Tringali/Amat Ufficio Progettazione Digitale, Silvano Straccini Presidente della Fondazione Centro Arti Visive Pescheria e Project Manager per la Cultura di Maggioli Group, Marcello Smarrelli storico dell’arte, curatore e consigliere artistico per il Comune di Pesaro, Margherita Finamore/Comune di Pesaro Project Manager per l’efficienza energetica ambientale degli edifici, Simone Capra/STARTT architetto e urban designer, Marco Maria Scriboni/Comune di Pesaro responsabile ufficio sviluppo e opportunità-fondi europei, Cristian Della Chiara/Rossini Opera Festival Responsabile relazioni istituzionali. Come professionisti della musica, presenti anche Marco Mencoboni/E lucevan le stelle e Bruno Maronna per l’Orchestra Sinfonica Rossini.

Il vice sindaco Vimini ha approfittato di questa vetrina internazionale per lanciare due news preziose: ‘mi fa piacere annunciare proprio ora, in questo momento complesso di spettacoli live sospesi, che il Comune sostiene la produzione del disco ‘Oceano Adriatico’, realizzato da Black Marmalade Records e Zamusica; un progetto nato sotto proprio sotto l’egida di Pesaro Città Creativa Unesco della Musica, che racconta la vivace scena indipendente pesarese degli ultimi 20 anni; useremo il disco – testimonianza dello fermento musicale ‘unico’ del nostro territorio – per omaggiare i vari focal point delle città della musica e diffondere così per il mondo i risultati di una creatività tutta ‘made in Pesaro’.

Ancora, Vimini ha anticipato la notizia che Pesaro – come i principali teatri e istituzioni musicali nazionali – parteciperà alle celebrazioni per il 250esimo anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven con uno speciale concerto in programma il 17 dicembre, giorno del compleanno del compositore nato a Bonn.

Molti gli spunti lanciati lungo questa tregiorni di dialogo fertile; come la proposta – emersa al tavolo ‘Urban Planning and Creative industries’ – condivisa da tutte le Città Creative UNESCO di condividere un network strategico per organizzare iniziative congiunte basate sulle specifiche tematiche musicali, con l’obiettivo di mettere a punto progetti comuni che migliorino l’economia e la cultura delle nostre città; in sostanza, la volontà di capitalizzare lo sviluppo cittadino focalizzandolo sulla Music Economy e di esportare le reciproche buone pratiche. C’è molto da fare e la musica non si ferma.