Pesaro, Giornata della donna 2022: gli appuntamenti programmati

43

Dal 7 al 14 marzo incontri per gli studenti, presentazioni di libri, passeggiate, spettacoli teatrali e un Consiglio comunale dedicato all’analisi e al contrasto del revenge porn.Murgia: «Occasione di azione e riflessione per sconfiggere la violenza di genere»

PESARO – Una settimana per conoscere, approfondire e condividere esperienze, iniziative e progetti. È quanto in programma dal 7 al 14 marzo, con le iniziative promosse dall’assessorato alla Crescita e Gentilezza del Comune di Pesaro, in occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna, «che ci ricorda ogni anno le lotte sociali e politiche che le donne hanno dovuto affrontare affinché la loro voce venisse ascoltata» spiega Camilla Murgia, assessora con delega alle Pari opportunità.

«Un’occasione preziosa per riflettere sul futuro che intendiamo costruire, puntando ad una società civile che sappia sconfiggere la violenza di genere e ogni tipo di prevaricazione nel mondo del lavoro e nella vita sociale. Il calendario di iniziative che proponiamo riassume l’impegno nel promuovere una continua riflessione – che coinvolge in primis i giovani, gli studenti – sul tema femminile, dall’ambito culturale, sportivo e politico» aggiunge Murgia.

Si inizia lunedì 7 marzo, alle 10.30, nell’aula magna del liceo Mamiani, con l’appuntamento promosso insieme all’ANVCG – Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, sezione di Pesaro e Urbino, dal titolo “Re-Esistere. Custodire la Tradizione, Generare il Nuovo” che prevede anche l’incontro con l’orchestra ZOHRA e gli interventi di: Asmae Dachan, giornalista professionista, fotografa, poetessa e scrittrice italo-siriana; Roberta Pandolfi, pianista e fondatrice dell’Orchestra Olimpia; Luciana Coluccello, scrittrice e giornalista free lance.

La giornata si concluderà alle 21, nella chiesa della Maddalena con il concerto spettacolo “Miriàm e le altre voci di donne nella musica ebraica”.

La giornata dell’8 marzo partirà invece, alle 10, (ritrovo in via Gramsci 69) con l’iniziativa “Donne in cammino. Passeggiata tra le vie del centro e del mare”, promosso da Stella Scarpa e Movens. Il percorso benessere di 2 ore alternerà una camminata al rimo di musica a brevi momenti di attività di educazione al movimento consapevole.

Proseguiranno anche il martedì gli appuntamenti di “Re-Esistere. Custodire la Tradizione, Generare il Nuovo” promossi da ANVCG e Mamiani. Alle 10.30, l’aula magna del liceo accoglierà il dibattito “I monoteismi e la ‘questione femminile” che coinvolgerà Miriam Camerini, regista teatrale, attrice, cantante e studiosa di ebraismo, Antonietta Potente, teologa e religiosa italiana e la giornalista Asmae Dachan.

La sera, alle 19, all’Ars Hotel Alexander Museum, appuntamento con l’arte e l’“Universo femminile” a cura di Luciano Dolcini con Anna Maria Benedetti Pieretti (FAI Pesaro), Rita Mattioli (presidentessa Soroptimist Fano), Renzo Tebaldi (artista) e Luciano Dolcini (fotografo).

Alle 21, nella sede della compagnia di via dell’Acquedotto, La Piccola Ribalta propone lo spettacolo “7 minuti” di Stefano Massini, per la regia di Francesco Corlianò. “Un testo sempre attuale sull’etica del lavoro, ma anche una riflessione sull’ascolto delle ragioni degli altri che spesso non vengono raccolte e predispongono a scelte sbrigative e non ponderate”. Il ricavato della serata, promossa da Piccola Ribalta e Consiglio comunale di Pesaro, sarà destinato al Centro antiviolenza provinciale.

Le ultime due date della “settimana del’8 marzo” sono in programma l’11 e il 14 marzo.

Venerdì prossimo, alle 18.30, nella sala Specchi del Museo Nazionale Rossini (via Passeri) appuntamento con “Nushu: la scrittura che diede voce alle donne”, una conversazione tra Giulia Falcini, scrittrice e interprete e Livia Corbelli, autrice de “I primi passi” (2020, Calibano Editore).

Lunedì 14 marzo, alle 18, il Consiglio comunale di Pesaro si riunirà nella seduta monotematica dedicata all’analisi e al contrasto del “revenge porn”. Prevista la presentazione e discussione del documento promosso dalla Commissione Donne Elette. I lavori potranno essere seguiti in diretta streaming.