Pesaro, Festival internazionale dei Vespri d’organo: gli appuntamenti

PESARO – La XVI edizione del Festival internazionale organistico dei Vespri d’organo a Cristo Re si svolgerà a Pesaro dal 10 luglio al 28 agosto. La rassegna, che si avvale della direzione artistica dell’organista Giuliana Maccaroni, ha il patrocinio dell’Assessorato alla Bellezza del Comune di Pesaro, della Regione Marche, dell’Arcidiocesi di Pesaro, di Amat, Rof, Fondazione Pesaro Nuovo Cinema , Rossini 150 e Pesaro Città della musica. Direttore del progetto è don Giovanni Paolini, parroco di Cristo Re.

Nove saranno gli appuntamenti di questa edizione del Festival ed avranno come cornice, oltre alla chiesa di Cristo Re, alcune bellissime chiese del centro storico: la Basilica Cattedrale, la chiesa del Nome di Dio e la chiesa dell’Annunziata. Gli eventi dei Vespri hanno come caratteristica la varietà delle proposte, infatti si alterneranno serate in cui l’organo risuonerà da solo, ad altri appuntamenti in cui questo affascinante strumento sarà accompagnato da altri strumenti musicali, dal canto e da letture sceniche. La serata inaugurale , come è ormai tradizione del Festival, verrà dedicata alla proiezione di un film muto, “Il Golem” accompagnato da improvvisazioni organistiche.

Le serate di musica e recitazione saranno curate come sempre dall’attrice Lucia Ferrati che per questa edizione ha scelto le pagine di due personaggi molto amati , Gibran e Tagore. Gli artisti ospiti della XVI edizione dei Vespri provengono da Italia, Germania, e Francia e sono professionisti che vantano un’intensa attività concertistica ed esibizioni nei più prestigiosi festival organistici mondiali. Il sipario sulla manifestazione si alzerà dunque mercoledì 10 luglio, nella chiesa di Cristo Re , con la serata dedicata alla proiezione del fiml muto, a cura del Cineclub Shining, accompagnato dalle improvvisazioni organistiche dell’ artista tedesco Thierry Mechler. La pellicola scelta per la XVI edizione dei Vespri è “Il Golem” girato nel 1920 dal regista Paul Wegener. Nel film si racconta la leggenda di una grande statua d’argilla costruita da un rabbino con lo scopo di salvare gli ebrei da qualsiasi minaccia. Il film rappresenta uno dei primi esempi di surrealismo con l’influsso del genere fantastico.

Si continua il 17 luglio, sempre nella chiesa di Cristo Re, con una serata speciale che avrà come protagonista l’organo a quattro mani con Giuliana Maccaroni e Martino Porcile che eseguiranno musiche di Rossini e nell’occasione presenteranno il loro cd “Di piacer mi balza il cor”.

Il 24 luglio, ancora a Cristo Re, l’organista Mario Ciferri accompagnerà Lucia Ferrati che leggerà pagine da “Il profeta” di Khalil Gibran, saggista, narratore, poeta mistico e artista . “Il profeta” è un libro senza tempo che offre validi spunti di profonda riflessione sugli interrogativi che da sempre accompagnano l’esistenza umana. Nell’ intero testo si rintraccia il più ampio proposito di Gibran, cioè quello di creare un ponte spirituale tra la cultura occidentale e il mondo islamico, per tentare di risolvere le differenze storiche e ideologiche.

Mercoledì 31 luglio il Festival si traferirà nella splendida chiesa del Nome di Dio, con un concerto dedicato alla musica barocca. Protagonista sarà il trio “L’Accordo” formato dalla famiglia Zanovello: Enrico all’organo, e i figli Giulio e Valeria ai violini. Enrico Zanovello suonerà il prestigioso organo ubicato al Nome di Dio, realizzato da Antonio Pace nel 1631.

Mercoledì 7 agosto si tornerà a Cristo Re con l’organista Daniele Dori e Lucia Ferrati che proporrà pagine di Rabindranath Tagore, poeta, drammaturgo, scrittore e filosofo indiano. Nelle sue liriche, come nella su vita, Tagore esprime la sua convinta ricerca dell’armonia e della bellezza. Questo artista e uomo straordinario ha sempre seguito un’unica via: quella dell’affermazione della persona umana, della sua dignità e della promozione delle sue capacità umane e spirituali. Tagore nel 1913 è stato insignito del Premio Nobel per la letteratura.

Giovedì 15 agosto, Solennità dell’Assunta, i Vespri avranno come cornice la Cattedrale, dove si esibirà all’organo una star internazionale, l’organista della reggia di Versailles Jean Baptiste Robin , straordinario talento riconosciuto in tutto il mondo anche per le doti di compositore.

Mercoledì 21 agosto, la chiesa dell’Annunziata sarà la suggestiva cornice di una serata dedicata al grande Leonardo da Vinci, in occasione dei 500 anni dalla morte, “La musica al tempo di Leonardo da Vinci”, la figurazione delle cose invisibili”: protagonisti saranno il soprano Nadia Caristi, con Massimo Marchese al liuto rinascimentale.

Il 28 agosto si tornerà a Cristo Re per l’ultimo concerto della XVI EDIZIONE che avrà come protagonisti l’organista Enrico Groppo e il violinista Fausto Caporali impegnati in un programma tagliato come un abito su misura sulle sonorità pastose e romantiche dell’organo Mascioni ubicato a Cristo Re. Tutti i concerti avranno inizio alle 21, 15.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. Nell’ambito del Festival è inserita anche la tradizionale Messa del Turista, mercoledì 14 agosto, alle 21, a Cristo Re, presieduta dall’arcivescovo di Pesaro Monsignor Piero Coccia e animata dai cori “Cristo Re” e “San Terenzio” diretti da Martino Porcile. All’organo Giuliana Maccaroni.

GLI ORGANI- Il repertorio musicale proposto è sempre in perfetta armonia con le architetture e gli strumenti musicali presenti negli edifici. Lo strumento della chiesa di Cristo Re è il grande e storico organo Mascioni del 1906, premiato all’Esposizione Universale di Milano agli inizi del ‘900 e ubicato, fino al 1975, presso l’Auditorium Pedrotti del Conservatorio Rossini. Le caratteristiche fonico- timbriche di questo strumento lo rendono unico nel suo genere e particolarmente adatto ad essere utilizzato, oltre che per il servizio liturgico, per una più vasta attività musicale di tipo concertistico, con particolare riferimento al repertorio romantico e sinfonico. La Basilica Cattedrale custodisce un altro grande e prezioso Mascioni del 1969. La Chiesa del Nome di Dio conserva un meraviglioso organo barocco, opera probabilmente unica dell’organaro marchigiano Antonio Pace del 1631. La chiesa dell’Annunziata non ha uno strumento funzionante e viene utilizzata per concerti di ensemble barocchi o rinascimentali.
L ‘ ASSOCIAZIONE- L’Associazione Vespri d’organo a Cristo Re nasce nel 2014 con lo scopo di favorire e diffondere la cultura organistica e la conoscenza della musica per organo, in particolare attraverso l’organizzazione del festival organistico internazionale dei Vespri d’organo a Cristo Re, festival molto seguito dagli specialisti del settore e da un nutrito pubblico di appassionati e amanti della musica d’organo, che hanno dimostrato un’attenzione sempre crescente a tale manifestazione , attraverso una partecipazione attenta e sempre più consapevole.