Pesaro, “Di gelo e di fuoco”: il 20 dicembre la presentazione

43

Alla biblioteca San Giovanni,  la presentazione del libro di Guido Fiandra e Andrea Zauli dedicato al percorso, di grandissima rilevanza religiosa e storica, su cui già dal Medioevo si è sviluppato il concetto di Europa

PESARO – Venerdì 20 dicembre alle 17,00 alla biblioteca San Giovanni, a Pesaro,sarà presentato il romanzo Di gelo e di fuoco: un incredibile viaggio di mille anni lungo la via Francigena (Fabiano & Castaldo Editori), di Guido Fiandra e Andrea Zauli. Saranno presenti gli autori; letture di Elvira Montesi e Franco Andruccioli, Gabriel Piergiovanni al violino. L’iniziativa si svolge in collaborazione con l’Assessorato alla Bellezza del Comune di Pesaro e rientra nella programmazione di Pesaro Città che Legge all’interno del progetto “Patente e libretto: favorisca la lettura!”.

Il libro

È la notte del 17 dicembre 1899, manca una settimana all’inizio del Giubileo Secolare quando Francesco, ottantenne abate del monastero viterbese di San Filippo al Marta, apre il portoncino e accoglie quattro viandanti stremati dal viaggio lungo la Via Francigena diretti a Roma. Per gli abiti che indossano i viaggiatori sembrano provenire da epoche differenti, ma Francesco li accoglie amichevolmente senza stupirsene. Chi sono quegli enigmatici viaggiatori che, oltre che da paesi diversi, sembrano addirittura provenire da epoche differenti? Com’è possibile che al cospetto di Francesco ci siano l’arcivescovo inglese Sigerico di Canterbury dall’anno 990, la vedova e analfabeta castigliana Maria Rodriguez dal 1350, il nobile capitano di ventura tedesco Goetz Von Berlichingen dal 1550 e il mercante di vini ed ex rivoluzionario francese Jean Baptiste Fournier dal 1825? E per quale sortilegio, in contemporanea all’arrivo dei quattro viandanti preannunciato da sangue ed eventi inquietanti, è apparso il Diavolo a minacciare le vite di tutti loro?

Gli autori

Guido Fiandra

Regista, scrittore, autore e docente, nel corso della quarantennale carriera, ha esplorato svariati linguaggi della narrazione e della visione, alternando scrittura e regia, tra cinema di finzione e documentaristico, televisione, fotografia, arte, teatro. Per il cinema ha scritto e diretto la docu-fiction “Il Caso Meucci”, sull’invenzione del telefono, ambientata nella New York del 1860. Come sceneggiatore, tra le altre opere ha scritto Altrove, (liberamente ispirato alla novella di Luigi Pirandello, Lontano) per cui ha ottenuto il riconoscimento di Interesse Culturale e il finanziamento del MIBAC, 2005, e, assieme ad Erri De Luca ispirandosi ad alcuni dei suoi racconti , “E’ acqua passata”. Per la televisione – Rai e Stream – è autore di numerosi programmi tra cui la Domenica in del 1998-99 come autore di Tullio Solenghi. Nel campo documentaristico ha scritto e diretto numerosi lavori girati in Italia e all’estero, sia per importanti Enti che per reti televisive. Tra questi “That is Tap”, sul mondo della tap dance newyorchese, RAI International; “CINA, uno sviluppo originale della cooperazione”, Ministero degli Affari Esteri; “Pronto chi parla? Un secolo di telecomunicazioni nelle immagini dell’ISTITUTO LUCE”, Telecom. “Le navi bianche”, sulla costruzione delle grandi navi da crociera, Fincantieri; “COSMOLOGIA di Piazza del Popolo”, sulla performance-evento ideata da Peter Greenaway per il Comune di Roma. Per il teatro ha scritto e diretto lo spettacolo Samuel Hanemann, il genio di Meissen: storia di una meravigliosa avventura, sul padre fondatore dell’omeopatia. Per il Teatro Comunale di Bologna ha curato la regia televisiva delle dirette streaming di numerose opere liriche, tra le quali Macbeth, di G. Verdi. Regia teatrale Bob Wilson; Le nozze di Figaro di W.A. Mozart e La Traviata, di G. Verdi, regia teatrale Mario Martone. E’ socio fondatore della Writers Guild Italia, il sindacato degli sceneggiatori. Cura una collana di libri di cinema per Dino Audino editore. Da due decenni è docente del Corso di Regia e Sceneggiatura dell’Accademia Nazionale del Cinema di Bologna.

Andrea Zauli

Sceneggiatore, docente e artista visivo, dopo le esperienze di product manager in Romagna e di copywriter a Milano, nel 2003 approda a Roma, dove insegna sceneggiatura a Cinecittà e all’università Gregorio VII. Cresciuto a pane, fantascienza e horror, negli ultimi anni scrive tutt’altro – la video-art Sulla nostra pelle, che nel 2016 vince il premio Zooppa-Lenovo al Festival del Cinema Africa, Asia, America Latina; il lungometraggio sull’immigrazione clandestina Carta bianca, vincitore del premio per la distribuzione al Rome Independent Film Festival nel 2013 ed esce nelle sale italiane nell’estate 2014; il melò televisivo ‘Il paese delle piccole piogge’, in onda su Rai Uno nell’autunno 2012; la comedy ‘L’utero al dilettevole’, vincitrice del 48H Film Festival nel 2009 e finalista a Las Vegas nel 2010. Dalla fine degli anni novanta, oltre alla penna usa anche la matita, producendo mediamente un disegno al giorno, tutti i giorni. Espone al Macro Testaccio, realizza illustrazioni per copertine di libri e disegna le tavole del corto d’animazione ‘Quarantacinque gatti’.

Ingresso libero e gratuito

Info Biblioteca San Giovanni Via Passeri 102 tel. 0721.387772 biblioteca@comune.pesaro.pu.it