Pesaro, controlli Carabinieri: scattano sanzioni e chiusura per una pasticceria

88

PESARO – Nei primi giorni di febbraio i Carabinieri della Stazione di Pesaro, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro e da personale dell’ASUR di Pesaro, nell’ambito della pianificazione finalizzata al controllo del rispetto delle normative relative a igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro, nonché al contrasto della diffusione della pandemia da Covid-19, hanno svolto una serie d’ispezioni presso attività commerciali del territorio.
In particolare, a seguito del controllo di una pasticceria pesarese, i due soci titolari sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pesaro per omessa formazione e informazione dei lavoratori dipendenti, nonché scarsa igiene nei luoghi di lavoro, reati estinguibili con il pagamento di ammende per un totale di 4668,00 euro.
All’interno dei locali, tuttavia, venivano anche riscontrati la presenza di un lavoratore “in nero”, punita con un’ulteriore sanzione da 3600,00 euro, e il mancato rispetto della normativa anti-Covid in relazione alla verifica del possesso del green pass da parte dei dipendenti, all’uso delle mascherine, alla disponibilità di opportune indicazioni precauzionali e di materiale igienizzante, queste ultime violazioni punite con sanzioni totali di 800,00 euro.
Preso atto della situazione, il personale operante ha applicato sia il provvedimento per il ripristino delle condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro, che comporta tre giorni di chiusura dell’attività, sia la sospensione dell’attività imprenditoriale, che prevede un’ulteriore sanzione da 300,00 euro e della quale è stata informata la locale Prefettura.