Pesaro, i Carabinieri celebrano la Patrona dell’Arma “Virgo Fidelis”

22

Domani presso la Chiesa Parrocchiale di “San Paolo Apostolo” la funzione religiosa

PESARO – Lunedì, 22 novembre 2021, alle ore 11.00, i Carabinieri del Comando Provinciale di Pesaro e Urbino celebreranno la Patrona dell’Arma “Virgo Fidelis”, con una funzione religiosa presso la Chiesa Parrocchiale di “San Paolo Apostolo” di Pesaro, officiata dal parroco, don Alberto Levrini, e da don Alberto Vivenzio, cappellano militare del 28° Rgt. “Pavia”, alla quale parteciperà il Comandante Provinciale, Tenente Colonnello Gianluigi Cirtoli, insieme a una rappresentanza di Carabinieri e di Carabinieri Forestali in servizio nei vari Comandi della provincia e dell’Arma in congedo. Alla cerimonia sarà presente il Prefetto di Pesaro, dott. Tommaso Ricciardi.

Nel 1949, Papa Pio XII proclamò ufficialmente Maria “Virgo Fidelis Patrona dei Carabinieri”, fissandone la ricorrenza al 21 novembre, data in cui la Cristianità celebra la festa liturgica della Presentazione di Maria Vergine al tempio.
Lo stesso giorno, l’Arma commemora anche l’80° anniversario della “Battaglia di Culqualber”. Il 21 novembre del 1941, infatti, ebbe luogo una delle più cruente battaglie in terra d’Africa, nella quale un intero Battaglione di Carabinieri si sacrificò, per tre mesi, nell’indomita difesa del caposaldo di Culqualber. A quei caduti, che fanno parte della nutrita schiera di Carabinieri che, in pace ed in guerra, hanno saputo tenerfede al giuramento prestato fino all’estremo sacrificio, va il riverente pensiero e la sentita preghiera dei Carabinieri di oggi. Per tale fatto d’arme fu conferita alla Bandiera dell’Arma dei Carabinieri la seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare, dopo quella ottenuta in occasione della partecipazione alla Prima Guerra Mondiale. In questa giornata carica di Fede e di Orgoglio, l’Arma dei Carabinieri celebra anche la “Giornata dell’Orfano”, istituita nel 1996, che rappresenta, per i militari inservizio ed in congedo e per l’O.N.A.O.M.A.C. (Opera Nazionale di Assistenza per gliOrfani dei Militari dell’Arma dei Carabinieri), un concreto momento di vicinanza alle famiglie dei commilitoni scomparsi e di profonda riflessione umana.