Pesaro, “Beethoven opera prima”: concerto dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini

27

Giovedì 11 gennaio, al Teatro Rossini, al via il ciclo dedicato al compositore tedesco; sul palco Daniele Agiman, direttore e Anastasiia Mustafina, pianoforte solista

PESARO –  “Confrontarsi con Beethoven, con tutto il suo percorso sinfonico, è una necessità primaria per un’istituzione che voglia ulteriormente crescere nella proposta culturale e come istituzione musicale”: con queste parole il Maestro Daniele Agiman, direttore principale dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini, spiega la scelta di programmare in un triennio l’esecuzione integrale delle nove sinfonie di Ludwig van Beethoven, vero caposaldo del repertorio sinfonico mondiale.
Il ciclo dedicato al compositore tedesco, nato a Bonn nel 1770 ma adottato dalla città di Vienna dove morì nel 1827, prende il via giovedì 11 gennaio 2024 alle ore 21.00 al Teatro Rossini di Pesaro.

Il programma, ben riassunto nel titolo “Beethoven opera prima”, prevede l’esecuzione della prima Sinfonia del tedesco, che vide la luce nel 1800: definita dalla critica “il giusto congedo dal diciottesimo secolo”, fu una delle composizioni più amate e applaudite dal pubblico dell’epoca, in patria e all’estero. Con la Prima Sinfonia in do maggiore op. 21 verrà proposto il Primo Concerto per pianoforte e orchestra in do maggiore op. 15: composto pochi anni prima della Prima Sinfonia, il concerto vide la luce più tardi del secondo concerto (op. 19), ma fu pubblicato nel 1801 con un numero d’opera più basso ed è quindi noto come primo dei concerti beethoveniani per pianoforte e orchestra. Anche il concerto per pianoforte ricorda le composizioni di Mozart e Haydn, ma inserisce elementi di geniale novità: se all’epoca questo valse a Beethoven qualche recensione non del tutto favorevole da parte dei critici musicali viennesi, oggi il Primo Concerto op. 15 è tra i più amati ed eseguiti dai virtuosi degli 88 tasti.

La solista del concerto sarà Anastasiia Mustafina, segnalata dal Conservatorio G. Rossini di Pesaro al termine di una selezione interna all’istituto: prosegue, quindi, la virtuosa collaborazione tra la Sinfonica Rossini (presidente e sovrintendente il M° Saul Salucci) e il Conservatorio pesarese (direttore il M° Fabio Masini), che mira a legare sempre più il percorso didattico con occasioni lavorative offerte agli studenti più meritevoli. La giovanissima pianista Mustafina nasce in Russia e comincia a studiare pianoforte a soli sei anni: già vincitrice di concorsi internazionali, tra cui il 7° Internazionale di Stoccolma e il 30° Concorso Pianistico di Roma, prosegue i suoi studi con grandi nomi del pianismo mondiale, tra cui A. Strukov, I. Fliter e R. Risaliti, e attualmente è iscritta al Conservatorio Rossini nella classe del M° Luca Rasca.
Sul podio salirà quindi il maestro milanese Daniele Agiman, appassionato promotore di questo ciclo beethoveniano, che prende il via proprio nell’anno in cui Pesaro è Capitale italiana della Cultura: direttore principale dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini, Agiman è tra i direttori d’orchestra italiani più attivi a livello nazionale ed internazionale. In Corea del Sud e Giappone è ospite regolare delle più prestigiose istituzioni, in particolare in campo operistico. Ha diretto in Argentina, Sud Africa, Francia, Germania, Romania, Svizzera, Georgia, Russia; nel dicembre 1992 ha debuttato al Konzerthaus di Vienna ed al Brucknerhaus di Linz, su invito della Wiener Kammerorchester. In seguito all’ affermazione al 1° Concorso Mario Gusella (primo classificato assoluto, Pescara 1991), viene invitato da tutte le più importanti orchestre italiane e nei più prestigiosi teatri (Teatro Regio di Torino, Comunale di Modena, Teatro Lirico di Cagliari. E’ titolare della cattedra di direzione d’orchestra presso il Conservatorio G. Verdi di Milano.

La Stagione Sinfonica “Maxi” della Rossini riceve per il cartellone pesarese il sostegno di istituzioni pubbliche, il Ministero della Cultura, la Regione Marche e il Comune di Pesaro, e di sponsor privati, tra cui Xanitalia (main sponsor) e Amplifon, mentre il concerto dell’11 gennaio 2024 vede in aggiunta il sostegno dedicato della famiglia Federico e Samantha Pagani.

Al teatro Rossini non mancheranno le telecamere di Tele2000 e la macchina fotografica di Luigi Angelucci, sponsor tecnici della Sinfonica Rossini, mentre nel foyer sarà presente una postazione di un’Associazione molto vicina all’orchestra, gli “Amici di OSR”, dove chi vuole potrà tesserarsi per il 2024 alla simbolica cifra di 10€ e garantirsi così iniziative, promozioni ed eventi riservati agli “Amici”, la cui presidente è l’Avvocato Pamela Salucci.

In virtù della speciale sinergia tra Orchestra e Conservatorio Rossini, agli allievi dell’Istituto è riservata una speciale promozione: ogni iscritto potrà infatti acquistare 1 biglietto per il concerto dell’11 gennaio alla tariffa ridotta under 18 (5 euro) presentando il tesserino in biglietteria. Inoltre ogni iscritto potrà, sempre previa presentazione del tesserino, acquistare altri 2 biglietti a tariffa ridotta per altrettanti accompagnatori al seguito.

Maggiori informazioni sul sito della Rossini www.orchestrarossini.it

In collaborazione con
Amici dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini

BIGLIETTERIA
Orari di apertura
Dal mercoledì al sabato 17.00-19.30
Nei giorni di spettacolo 10.00-13.00 e dalle 17.00 all’inizio del concerto

Online su www.vivaticket.it

Biglietti
Platea, Palco I e II ordine 15€
Palco III e IV ordine 10€
Loggione 5€
Ridotto (under 30) tutti i settori 10€
Ridotto (under 18) tutti i settori 5€