Pallamano Chiaravalle, esperienza positiva per l’Under 20 femminile nella Youth League nazionale

25

CHIARAVALLE  (AN) – Nel weekend lungo del primo maggio, con i campionati di A2 fermi, è toccato alla formazione Under 20 della Pallamano Chiaravalle femminile mantenere alti i colori della formazione marchigiana in ambito nazionale, con tre match contro formazioni di grande livello come Tushe Prato, Ferrarin e Bruneck.

Il primo match, disputato contro le padrone di casa del Tushe Prato (nonché rivali nel girone C di A2) è terminato con una sconfitta per Chiaravalle che, anche a causa di un arbitraggio discutibile, non riesce mai ad entrare in partita. Finisce 33-26 per le toscane.

Tutt’altra storia invece la seconda giornata del torneo dove Chiaravalle trionfa contro il Ferrarin Milano per 31-24, con ben 11 reti per la top scorer di giornata Costantini Sara.

Un match iniziato male perdendo 7-1 e aggravato dall’assenza di Sveva Manfredi (infortunata il giorno prima). Dopo due time-out di coach Fradi la squadra si risveglia e riesce a recuperare con un secondo tempo che manda in rete quasi tutte le giocatrici (con ottime prestazioni di Lombardelli e Mariniello) e Chiaravalle incamera i due punti della vittoria.

L’ultima partita disputata è quella contro Brunico, squadra ostica sotto ogni punto di vista.
Le chiaravallesi non si perdono d’animo e, con una prestazione tutta cuore e grinta che vede Manfredi e Costantini scendere in campo nonostante gli infortuni rimediati nei turni precedenti, chiudono in con il risultato di 23 pari. Sarebbe un qualcosa da festeggiare se non fosse accaduto un fatto a dir poco clamoroso: il duo arbitrale e gli addetti al tabellone dimenticano di segnare un gol su rigore segnato dalla chiaravallese Lombardelli.

Tutta la panchina della Pallamano Chiaravalle protesta vivacemente, perfino la squadra avversaria ed il personale presente al palasport di Prato fanno presente la cosa ma niente da fare. Il gol del 24-23 è di fatto un gol fantasma per la direzione di gara. Le chiaravallesi vengono derubate di una vittoria meritata contro un’avversaria di altissimo livello. nonostante chiudono comunque l’esperienza al secondo posto del girone, una svista così plateale non può non lasciare l’amaro in bocca.

L’esperienza per Chiaravalle può comunque reputarsi positiva, un segnale inequivocabile della crescita del progetto di pallamano femminile sul quale la società esina sta puntando da diversi anni.

Ora la testa va al prossimo appuntamento di A2 in programma il 9 maggio in trasferta contro Musile Oderzo.