Pallamano Chiaravalle, il 12 settembre la A2 in trasferta a Camerano

56

CHIARAVALLE (AN) – Dopo quattro mesi si riapre il campionato di A2 della ASD Pallamano Chiaravalle esattamente così come era finito, con il derby contro Camerano. Il match, previsto per domenica 12 settembre alle ore 18.00, si giocherà sul parquet del Pala Principi di Camerano.

Alla vigilia del debutto e dopo circa un mese di preparazione atletica il tecnico chiaravallese Andrea Guidotti dichiara: “La squadra non vede l’ora di cominciare dopo il duro lavoro di queste settimane. Siamo un gruppo giovane in costruzione vista la collaborazione nata a luglio tra i ragazzi delle due società di Ancona e Chiaravalle e sappiamo che abbiamo molto lavoro da fare” poi aggiunge “con grande umiltà ed entusiasmo stiamo cercando di crescere il più rapidamente possibile sotto tutti i punti di vista, sia tecnico che tattico, ma sicuramente daremo il 100% per la prima di campionato.”

Anche la società, nella figura del Presidente Gianluca Maltoni, si esprime sulla stagione che sta per iniziare: “Quest’anno sarà un’annata diversa rispetto alla scorsa stagione. Ripartiremo con il pubblico nei palazzetti e tutte le squadre avranno rose più corpose a disposizione. Domenica ci aspetta una partita molto sentita. Si tratta di un derby tra due squadre amiche, rivali a livello agonistico ma anche rappresentative della pallamano nelle Regione Marche, quindi ci auguriamo di assistere ad un bello spettacolo.”

Recentemente è iniziata anche la preparazione della squadra di A2 femminile (al debutto in campionato il 16 ottobre), affidata ancora a coach Fradi, così come quella di tutte le realtà giovanili, le più colpite dallo stop and start forzato causa covid.

“Dopo due anni di assenza nelle scuole siamo lieti di vedere un gruppo di circa 25 ragazzini tra i 6 e gli 11 anni avvicinarsi alla pallamano” dice ancora il Presidente Maltoni “presto ritorneremo nelle scuole di Chiaravalle, Monte San Vito e Camerata Picena con nuovi corsi. Voglio ringraziare tutti i dirigenti, genitori e volontari che stanno facendo un lavoro immane per facilitare la riuscita di questo progetto (in cui crediamo molto), così come la riuscita dei vari campionati giovanili fino alle squadre di A2.”