Padre uccise la figlia, chiesta la condanna all’ergastolo

MACERATA – Il procuratore di Macerata Giovanni Giorgio ha chiesto la condanna all’ergastolo per un muratore pakistano di 45 anni accusato dell’omicidio della figlia 19enne, nonché di violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia. La richiesta è arrivata durante l’udienza in Corte d’assise a Macerata che potrebbe pronunciare il verdetto il 6 novembre.

La vittima venne travolta da un’auto sulla SS 485 a Trodica di Morrovalle la sera del 24 febbraio 2018, ma per l’accusa era già a terra a causa delle percosse ricevute dal padre, contro il quale avrebbe dovuto testimoniare in tribunale nei giorni successivi per gli addebiti di maltrattamenti.

L’imputato nega i maltrattamenti ma pure di aver picchiato la figlia nell’occasione specifica: sostiene di aver fermato l’auto perché il motore non andava, che la ragazza scese dal mezzo e poi fu travolta da un’auto che sopraggiungeva.