Ospedali Riuniti di Ancona: sopralluogo del presidente ai cantieri

Sopralluogo per trasloco Ostetrica Salesi e visita al reparto d Dietetica e Nutrizione Clinica

ANCONA – Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli questa mattina ha effettuato un sopralluogo su alcuni cantieri degli Ospedali Riuniti di Ancona di Torrette accompagnato dal direttore generale Michele Caporossi. Sono infatti in corso numerosi interventi che cambieranno il volto dell’ospedale regionale con un investimento della Regione di circa 12 milioni di euro.

Innanzitutto la sistemazione del 6° piano, per cui proprio in questi giorni è stato approvato il progetto tecnico definitivo di fattibilità tecnico economica, che ospiterà le attività l’Ostetricia, la Ginecologia, la Terapia intensiva neonatale e il Punto nascite del Salesi una volta lasciato il vecchio immobile di via Corridoni. Un altro cantiere importante è quello per la costruzione della struttura che ospiterà la risonanza magnetica e che sarà pronta entro fine ottobre. Infine il trasferimento in un’area al 4° piano finora adibita ad uffici, della Cardiologia ordinaria e Clinica con 31 posti letto per febbraio 2019.

Nel corso del suo giro, Ceriscioli ha colto l’occasione anche per visitare un fiore all’occhiello dell’azienda ospedaliera del capoluogo, la Sod (Struttura Organizzativa Dipartimentale) di Dietetica e Nutrizione clinica guidata dal dott. Albano Nicolai. Si tratta uno dei centri più all’avanguardia in Italia per la Nutrizione artificiale (NA) ospedaliera e domiciliare (NAD). I pazienti che usufruiscono della NAD, circa 2500 nelle Marche, sono prevalentemente pazienti neurologici, oncologici, con malattie infiammatorie intestinali e intestino corto e per molti di loro la nutrizione artificiale è salvavita. A questo proposito Nicolai ha ricordato le attività in corso per rendere omogeneo il servizio e la regolamentazione su tutto il territorio regionale, considerando anche il family learning per garantire una pianificazione delle cure domiciliari. Da anni inoltre a Torrette vige un Protocollo Diagnostico Terapeutico assistenziale aziendale per il trattamento dell’obesità morbigena e la UOC di Dietetica funge da coordinatore del gruppo di lavoro per lo studio dei pazienti con obesità complicata e per la selezione dei candidati alla chirurgia bariatrica. L’attività ambulatoriale è rivolta soprattutto a pazienti con obesità e dismetabolismi, disturbi del comportamento alimentare, celiachia, fibrosi cistica, malassorbimento intestinale e malnutrizione. Vengono svolte infine attività di ricerca in collaborazione con altre Unità operative complesse e con l’università Politecnica delle Marche, attività di tutoraggio, di docenza e attività formative come il corso nazionale in nutrizione clinica, alla XVII edizione e frequentato anche dai professionisti del Niguarda di Milano e della Cattolica di Roma.