Operazione Fish Frode, concluse le indagini: 19 indagati per truffa

PesceANCONA – Con l’avviso di chiusura delle indagini a 19 persone si è conclusa l’operazione ‘Fish Frode’, coordinata dal pm di Ancona Irene Bilotta e condotta da Squadra Mobile e Polizia di frontiera.

Ai principali indagati è stata contestata l’associazione per delinquere finalizzata a commettere truffe ai danni di aziende italiane e estere del settore alimentare e dei prodotti ittici congelati.

Le indagini, avviate nel 2014, hanno permesso di scoprire che attraverso la ‘clonazione’ di società per azioni del settore alimentare veniva acquisita in modo fraudolento merce poi riciclata nella grande distribuzione. Il gruppo disponeva di magazzini, uffici, aziende compiacenti o appositamente costituite mediante dei prestanome, logistiche attrezzate con celle frigorifere, furgoni, schede telefoniche e indirizzi telematici artificiosi.

Le società danneggiate sono italiane e straniere, del Regno Unito, Olanda, Isole Faroe, Irlanda e Spagna. Da qui arrivavano prodotti ittici che poi venivano venduti ad Ancona, a San Benedetto Del Tronto e in Puglia.