Mezza Maratona di Ancona, il 27 ottobre la sesta edizione

ANCONA – Sono passati ormai tre anni da quella maledetta mattina, quando i concorrenti erano già tutti presenti in zona partenza, affaccendati con il necessario riscaldamento e d’improvviso la terra si mise a tremare, in maniera forte e convulsa. Non ci furono feriti e danni in loco, ma era chiaro che la situazione poteva essere ben diversa in altri luoghi della stessa regione, dello stesso Paese come purtroppo è stato. I concorrenti erano già sulla linea di partenza quando arrivò la ferale notizia della Prefettura, impossibilitata a dare il nullaosta per il via essendo tutte le forze dell’ordine precettate per dare i primi soccorsi nei vari paesi. Una bella giornata improvvisamente era diventata cupa come il cielo, annullando di fatto tutti gli sforzi che gli organizzatori avevano sostenuto non nei giorni immediatamente precedenti, ma da mesi e mesi.
La forza degli stessi organizzatori è stata quella di non arrendersi, di andare avanti e mantenere in vita l’evento, che il prossimo 27 ottobre festeggerà la sua sesta edizione. Il movimento ha chiaramente capito le difficoltà e il lavoro dietro l’evento e sta premiando la gara inserita nel calendario nazionale Fidal e certificata Bronze, con un flusso continuo di adesioni. La giornata anconetana proporrà insieme alla maratona anche la 10 km competitiva e non (nel primo caso valida quale Campionato Italiano Fispes), la camminata ludico-motoria di 4 km e il raduno di Nordic Walking, in modo da accontentare ogni esigenza. C’è però fra queste prove un comune denominatore: l’ecosostenibilità. Questa è la nuova sfida che la Mezza Maratona di Ancona lancia, facendo parte del progetto IPA Adriatico “Zero Waste” che abbraccia le due sponde del mare e che prevede un impiego totale di ogni risorsa per ridurre al minimo la produzione di rifiuti e la smaltibilità più rapida possibile degli stessi.
Epicentro della corsa sarà Piazza IV Novembre, da dove verrà dato il via alla gara alle ore 9:00. Il percorso è tutto cittadino, dallo Stadio Dorico dirige verso nord per Piazza della Repubblica, poi va a svilupparsi verso Pietralacroce e la straordinaria Strada del Conero, capace di riservare emozioni panoramiche indimenticabili; alla rotonda di Portonovo c’è il giro di boa, per risalire ancora sulla Strada del Conero e raggiungere la sede dell’arrivo posta dinanzi al Monumento del Passetto.
La quota di partecipazione è di 15 euro con chiusura fissata per domenica 29 settembre, successivamente il costo aumenterà di 3 euro fino al 23 ottobre. Sono previste, oltre alle classiche postazioni di ristoro e spugnaggio lungo il percorso secondo la distanza codificata dalla Iaaf, tre centri di soccorso lungo il percorso. All’arrivo i concorrenti troveranno spogliatoi e docce calde. A tutti gli iscritti andrà il pacco gara con la T-shirt celebrativa della Karhu.
Per informazioni: Atl.Sef Stamura, tel. 391.3768800 e 342.7640791, www.mezzamaratonancona.it