“Metti in moto la mente – 3 M Project”, corso di burraco a Kabina Welcome

“Metti in moto la mente – 3 M Project”, corso gratuito di burraco presso Kabina WelcomeSAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dalla collaborazione tra U.S. Acli Marche e Kabina Welcome, con il patrocinio del Consiglio regionale delle Marche, prende il via in città il progetto “Metti in moto la mente – 3M Project”. E lo fa il 15 e 16 settembre, dalle ore 18 alle ore 19.30, con lo svolgimento di un corso gratuito per imparare a giocare a burraco.

“Se vuoi trascorrere un pomeriggio spensierato, diverso e in compagnia – dicono i promotori della manifestazione – se ti piace socializzare e se ami giocare, vieni da noi”.

La partecipazione al corso è gratuita e non occorre preiscriversi basta presentarsi presso Kabina Welcome in via Torino 200 a San Benedetto del Tronto nei giorni di svolgimento dell’iniziativa.

Per informazioni e chiarimenti gli interessati possono consultare il sito www.usaclimarche.com, la pagina Facebook dell’Unione Sportiva Acli Marche o il gruppo facebook U.S. Acli Marche settore burraco.

“Metti in moto la mente – dicono i dirigenti dell’U.S. Acli Marche – è un progetto di attività mentale, finalizzato al benessere psicofisico, al mantenimento della buona salute, alla prevenzione, miglioramento o arresto delle malattie cronico-degenerative (declino funzionale e cognitivo), alla prevenzione delle complicanze, per un invecchiamento attivo, secondo le linee della Commissione europea, del Ministero della salute e delle regioni. Grazie al burraco vogliamo tenere allenata la mente delle persone di ogni età, in particolare gli over 60”.

Il burraco è un gioco tradizionale di carte della famiglia della “pinnacola” che nasce nel 1940 in Uruguay e viene importato in Italia, in puglia per la precisione, nella prima metà degli anni 80.

L’etimologia del nome “burraco” proviene dal portoghese e significa “setaccio”. Il significato si ricollega infatti all’azione di filtro che si fa trattenendo le carte utili ad aprire i giochi e scartando quelle che non servono.