Marche, Amnesty International e tanti Comuni chiedono la liberazione di Patrick Zaki

9

Nel primo anniversario dell’arresto dello studente dell’Università di Bologna si illumineranno  di giallo luoghi simbolo della città

MARCHE – L’8 Febbraio è il primo triste anniversario dell’arresto di Patrick George Zaki, 28 anni, attivista e studente dell’Università di Bologna. Patrick è un prigioniero di coscienza, in stato di indefinita carcerazione preventiva e in condizioni estreme, detenuto esclusivamente per il suo lavoro in favore dei diritti umani e per le opinioni politiche espresse sui social media.
L’8 Febbraio Amnesty International ha lanciato una richiesta alle amministrazioni italiane per tingere l’Italia di giallo, illuminando in segno di protesta, luoghi simbolo della città.
Un’Italia unita per chiedere la liberazione di Patrick Zaki.
Nelle Marche ad oggi 14 comuni hanno aderito alla nostra richiesta ed altri se ne stanno aggiungendo. Illumineremo, grazie alla adesione delle amministrazioni comunali:
1) Ancona – Teatro delle Muse – Piazza della Repubblica
2) Camerano – Teatro Maratti – Piazza Roma
3) Maiolati Spontini – il camino della Biblioteca La Fornace – via della Fornace, 23
4) Senigallia – Palazzo Comunale – Piazza Roma, 85)
5) Osimo – Porta Vaccaro – Via Cesare Battisti, 2-6
6) Jesi – Statua di Pergolesi – Piazza Pergolesi
7) Castelfidardo – Palazzo Comunale – Piazza della Repubblica, 8 (7 Febbraio 17:00 – 20:00)
8) Castelbellino – Palazzo Berarducci (sede del Municipio) – Piazza S. Marco
9) Recanati – Torre Civica – Piazza G. Leopardi
10) Fermo – Fonti San Francesco
11)Macerata – Facciata dell’Arena Sferisterio – P.za N.Sauro (il 7 Febbraio) 12)Montecassiano – Palazzo dei Priori – P.za Italia
13) Urbisaglia – Palazzo Comunale – Corso Giannelli,45
14) Pesaro – Murales x Patrick – Via Branca angolo Piazza del Popolo
Ad Ancona, Jesi, Pesaro, Senigallia, Macerata (7.2), a partire dalle 18:30 si svolgeranno dei sit-in per dare più forza al messaggio, nel pieno rispetto delle norme anti covid 19.
In tutte le città aderenti, chiunque voglia essere a fianco di Patrick Zaki e sostenere la sua liberazione, potrà fare una foto con un cartello che chieda “Free Patrick Zaki” davanti al monumento illuminato e inondare i social del messaggio della giornata.