MaMa Musei Aperti: ecco le tappe per un viaggio nella Marca Maceratese

16

La rete dei comuni riparte dalla Cultura
MACERATA – Oggi, 30 maggio 2020, anche i musei della Marca Maceratese riaprono insieme. I Comuni della Marca che hanno appena concretizzato un innovativo progetto di rete sul sistema bibliotecario, tornano a fare squadra abbracciando il “Museo day,” giorno della riapertura all’unisono del patrimonio museale regionale che da oggi torna al pubblico con tutte le precauzioni necessarie.
Macerata, Recanati, Tolentino, San Severino, Montecassiano, Serrapetrona, Penna San Giovanni, Pioraco, Castelraimondo, Corridonia, Monte San Giusto, Camerino, Monte San Martino, Belforte del Chienti, Porto Recanati e il Grande Museo Naturale dei Monti Sibillini: sono tante le occasioni per passeggiare nella Marca Maceratese tra un paesaggio naturale bellissimo e beni culturali da riscoprire.

“Tanti musei civici e beni culturali, purtroppo, ancora sono chiusi a causa del sisma. Ma abbiamo preparato insieme una bel diario di viaggio per il ponte del 2 giugno e per i prossimi weekend nella Marca – sottolinea Stefania Monteverde, assessore alla cultura e coordinatrice del MaMa. – È una prova importante che ci vede prepararci per un passo nuovo, la rete di MaMaMusei per rilanciare quel sistema museale integrato del territorio che accolga il viaggiatore in modo coordinato”.

Ecco le tappe per un viaggio nella Marca Maceratese:

– A Macerata aprono i musei civici di Palazzo Buonaccorsi, l’area archeologica di Villa Potenza, l’Ecomuseo Villa Ficana e lo Sferisterio. Tutti ad ingresso gratuito. Per info e prenotazioni: macerata@sistemamuseo.it o 0733 060279.
– A Recanati riapre gratuitamente per tutto il mese di giugno, con apertura straordinaria anche di sabato sera, il museo civico di Villa Coloredo Mells (per info e prenotazioni: 0717570410 o recanati@sistemamuseo.it).
– Porte aperte anche alla pinacoteca comunale Tacchi Venturi di San Severino dove si possono ammirare opere del Pinturicchio, Salimbeni, del Veneziano, di Lorenzo D’Alessandro, del Crivelli. Prenotazioni allo 0733.638095 o scrivendo a pinacoteca@comune.sanseverinomarche.mc.it.
– Per fare un salto nella tradizione a Castelraimondo da oggi si può tornare al Museo nazionale del Costume folcloristico (castelraimondo@gruppofolk.it, tel. 347 1250845).
– A Tolentino sono aperti il Miumor , Palazzo San Gallo con una nuova sala espositiva, il Castello della Rancia (all’ interno l’ esposizione della Compagnia della Rancia). Sempre a Tolentino a fine giugno l’ esposizione di opere d’ arte del periodo napoleonico presenti nei musei e residenze inagibili del Comune. In tutte le strutture l’ ingresso sarà gratuito fino al 27 giugno.
– Con la riapertura dell’ufficio turistico a Montecassiano ripartiranno anche le visite guidate nei luoghi di maggior interesse del borgo: Pinacoteca, Collegiata, Chiesa di San Marco e Chiesa di San Giovanni. Per info e prenotazioni: ufficio.turistico@comune.montecassiano.mc.it
0733 290483 – 320 7404643 – 333 4186848.
– Per gli amanti dell’arte sacra a Mogliano tornerà fruibile il MASM, gratuito per tutto il mese di giugno. Info: 3355329539 – 3386564408, infopoint@comune.mogliano.mc.it.

– A Serrapetrona la riapertura della mostra “Il Bello.. della Ricostruzione”. Le opere d’arte salvate dal sisma 2016, custodite nella Chiesa di Santa Maria di piazza, tornano ad essere fruibili dal 31 maggio tutte le domeniche e i festivi ad ingresso gratuito. Negli stessi giorni sempre a Serrapetrona sarà visitabile anche la Chiesa di San Francesco con il polittico quattrocentesco di Lorenzo d’Alessandro. Info e prenotazioni: 0733 908321.
– A Penna San Giovanni dal 13 giugno via alle visite al teatro comunale e alla Pinacoteca, il sabato e la domenica dalle 10.30 alle 12.30 o per appuntamento (info@comune.pennasangiovanni.mc.it tel. 0733 699037 ).
– A Pioraco Musei civici aperti dal 1 giugno. Tutte le informazioni al 331 4613224 oppure 339 8758371.
– A Corridonia, dalla prima settimana di giugno riaprirà Casa Museo “Filippo Corridoni” dalle 17:00 alle 19:00 con ingresso gratuito.
– Gratis anche gli ingressi al Museo Palazzo Bonafede di Monte San Giusto con la collezione di disegni antichi maggiori e la collezione dei dipinti Ricci e Fontana. A partire dal mese di giugno aperto sabato, domenica e festivi su prenotazione. Sempre a Monte San Giusto è aperta tutti i giorni dalle 8.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00 la chiesa di Santa Maria della Pietà che conserva La Crocifissione di Lorenzo Lotto.
– Dal 21 giugno gratis a Camerino l’esposizione di opere salvate dal sisma e custodite nel deposito attrezzato “Venanzina Pennesi”. Tra le opere recuperate dopo il terremoto anche il dipinto “Giulia da Varano” del Dosso Dossi. Nell’adiacente chiesa del seminario è possibile visitare “L’Annunciazione” di Giovanni Angelo d’Antonio.
– A Monte San Martino riaprono dal pomeriggio del 31 maggio la Pinacoteca civica e il percorso museale Crivelli-G.DiGiovanni-Pagani.
– A Belforte si potrà tornare a visitare il Museo internazione Dinamico d’Arte Contemporanea riaprirà non prima di metà giugno.
– A Sefro torna visitabile il Museo della civiltà contadina e per gli amanti della natura nella frazione Sorti il Museo della cultura Agro-silvo-pastorale
– Dai monti al mare per visitare la pinacoteca Attilio Moroni di Porto Recanati, collocata nel Castello svevo. Orario: 9,30-12,30 / 17-20 tutti i giorni esclusi il lunedì, ingresso gratuito.
– Aperto tutto l’anno 24 ore su 24 il grande museo naturale dei Monti Sibillini, un’esperienza unica di trekking sui sentieri dei monti azzurri. (cr)