Mahmood al “Primo piano festival” di Ancona

ANCONA – Mahmood sarà al “Primo piano festival” sabato 14 settembre ad Ancona, in occasione della notte bianca al Piano San Lazzaro. Inizio alle ore 21. Il cantante, vincitore dell’ultimo Sanremo con “Soldi”, è arrivato secondo all’Eurovision Song Contest.

“Non ho né delusioni né rimpianti, questo per me è sino ad ora il risultato più importante della mia carriera – ha dichiarato Mahmood – Sono stato a Tel Aviv dieci giorni e con gli altri partecipanti non c’era rivalità e competizione, ma tanto rispetto. Ce l’ho messa tutta e spero si sia visto, sì sul palco ho dato tutto”. Il cantante milanese (di origini egiziane) ha detto di essere “contento” che a vincere sia stata l’Olanda: “Mi piaceva il pezzo ma c’erano anche altri brani interessanti, mi piaceva anche quello francese”.

Non ha rimpianti neppure di aver cantato in italiano quando quasi tutti gli altri concorrenti (Olanda compresa) hanno scelto l’inglese: “Se guarda al fatto che sono arrivato secondo con un brano in italiano, direi proprio di sì: scelta giustissima. Dall’Eurovision ho ricevuto il Composer Award, il premio per la miglior composizione, mi hanno detto che è la prima volta che un brano in italiano ottiene questo risultato”.

A Mahmood sono arrivati anche i complimenti di Laura Pausini che, attraverso le storie di Instagram, ha scritto: “Complimenti Mahmood. Arrivare secondo con un brano cantato in italiano oggi è veramente un traguardo gigante. Continua così, questo è solo l’inizio”.

Una curiosità. Le polemiche seguite alla vittoria di Mahmood del Festival di Sanremo hanno spinto il cantante in testa alla classifica degli artisti sanremesi più citati sui media (2880 menzioni) dall’11 al 18 febbraio, superando Ultimo (2434) e il Volo (1025).

A mettere in evidenza questi dati è il monitoraggio svolto su oltre 1.500 fonti d’informazione fra carta stampata (quotidiani nazionali, locali e periodici), siti di quotidiani, principali radio, tv e blog da Mediamonitor.it, che utilizza tecnologia e soluzioni sviluppate da Cedat 85, azienda attiva da 30 anni nella fornitura dei contenuti provenienti dal parlato.