Macerata, successo ed emozioni per il concerto inaugurale di Appassionata

 Il messaggio di Piovano: “La musica è speranza”

MACERATA – Teatro gremito per il concerto di apertura della stagione di Appassionata, ieri pomeriggio, domenica 20 ottobre, al Teatro Lauro Rossi di Macerata. Un successo sottolineato da applausi scroscianti al termine di ogni brano: con la bellezza della musica​, gli Archi dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretti da Luigi Piovano, primo violoncello solista, ​e ​con la partecipazione di Paolo Pollastri primo oboe della stessa formazione, hanno conquistato il pubblico.

Coinvolgente l’esecuzione di straordinarie pagine musicali come la Piccola Serenata Notturna di Mozart, spumeggiante e dolce allo stesso tempo, raffinata e leggiadra, uno dei brani più eseguiti del compositore austriaco; e poi i capolavori di Nicola Piovani, Ennio Morricone e Nino Rota, da Buongiorno Principessa e La vita è bella, all’affresco musicale di Mosé, da Gabriel’s Oboe di The Mission suonata insieme a Paolo Pollastri, fino a What Is a Youth composta da Rota per il Romeo e Giulietta di Franco Zeffirelli.

I musicisti ceciliani hanno emozionato il pubblico trascinando​lo ​in un tourbillon di suggestioni, riuscendo ad emozionare i quasi quattrocento spettatori. Non poteva esserci un inizio migliore per la stagione di Appassionata e per una occasione, come quella del concerto di ieri, realizzata anche grazie alla collaborazione col Rotary Club di Macerata a favore del service contro la poliomielite nel mondo.

Al termine del concerto, prima dei bis, Luigi Piovano ha preso la parola per ringraziare il pubblico per la calorosa accoglienza e lanciare un messaggio tanto inaspettato quanto intenso: “La musica è bellezza, la musica è speranza. E quello che voglio trasmettere stasera è proprio un messaggio di speranza, in tempi in cui sembra prevalere la logica della guerra. Perché quando c’è una guerra, non ha ragione nessuno. Quando c’è una guerra, perdiamo tutti. Allora la risposta a chi crede nella guerra la mandiamo noi da questo teatro, ascoltando musica, godendo della bellezza di questa città, di questo pubblico, di questa orchestra”.

La stagione di Appassionata prosegue per altri dodici appuntamenti:

il Trio di Imola (7 novembre), il Quartetto van Kuijk (27 novembre), Roberto Prosseda (10 dicembre), Massimo Quarta e Stefania Redaelli (19 dicembre), Bertrand Chamayou (16 gennaio), Trio Kanon (24 gennaio), Beatrice Rana (1 febbraio), Dreidel Trio e Yasemin Sannino (12 febbraio), Quartetto FATA (9 marzo), Quartetto delle Marche e Samson Tsoy (25 febbraio), i Solisti dell’Orchestra Mozart (21 marzo), Sonia Bergamasco ed Emanuele Arciuli (27 marzo).
La stagione 2019-2020 dei Concerti di Appassionata è organizzata dall’associazione musicale Appassionata insieme all’Assessorato alla Cultura del Comune di Macerata, con il sostegno di MiBACT, Regione Marche, Società Civile dello Sferisterio-Eredi dei Cento Consorti, APM, Fondazione Cassa di Risparmio di Macerata, Università degli studi di Macerata, Istituto Confucio, ANMIG. In collaborazione con Marche Concerti, Consorzio Marche Spettacolo e Accademia di Belle Arti di Macerata. Valli Pianoforti è partner tecnico.
Info Biglietteria dei teatri di Macerata, www.comune.macerata.it, www.appassionataonline.it, info@appassionataonline.it.