Macerata, somministrazione bevande alcoliche a minorenni: chiuso un locale

20

Polizia

 

Controlli a tappeto della Task Force delle Forze dell’Ordine per contrastare gli effetti negativi della movida

MACERATA – Questa mattina gli uomini della Divisione di Polizia Amministrativa della Questura di Macerata hanno notificato un provvedimento di chiusura per un periodo di 5 giorni ad un locale sito nel  centro storico, che il 18 giugno scorso era stato oggetto di un controllo di Polizia da parte della Task Force costituita dalla Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri diretta dal Colonnello Michele Roberti, Guardia di Finanza diretta dal Colonnello Amedeo Gravina e Polizia Municipale diretta dal Comandante Danilo Doria.
Sulla scorta delle risultanze dei controlli il Questore di Macerata Antonio Pignataro ha inteso adottare il provvedimento di chiusura del locale ai sensi dell’art.100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza per il periodo di 5 giorni sia a tutela delle giovani generazioni costituite dalle centinaia di ragazzi minorenni ai quali venivano somministrate sostanze alcoliche, sia a tutela delle persone residenti nei pressi del predetto locale, costrette a subire schiamazzi spesso fino a tarda notte.
Detti controlli ai locali del centro storico, erano stati peraltro anticipati ai titolari dei locali che erano stati invitati a più riprese a rispettare le norme nella gestione dei rispettivi esercizi commerciali, evitando soprattutto di somministrare alcool a ragazzi minorenni .
Durante il controllo effettuato nella serata del 18 giugno scorso nei confronti del locale, veniva invece riscontrata la somministrazione di bevande alcoliche a ragazzini minorenni ai quali, come appurato da agenti in borghese, non veniva chiesto ne’ il documento di identità, né veniva semplicemente richiesta da parte del personale la loro età.
Tale comportamento da parte del gestore del locale e del personale ivi impiegato rivestono carattere di particolare gravità , costituiscono un oggettivo pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica e generano rilevante allarme sociale in quanto si inseriscono nell’ambito di una condizione di degrado della sicurezza e della tranquillità pubblica nell’area del centro storico del comune di Macerata che è stata oggetto di ampio risalto sugli organi di stampa, nonché oggetto di specifico esposto da parte di numerosi cittadini.
La sospensione della licenza per 5 giorni, ha pertanto l’obiettivo di impedire il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale e, nel contempo, di prevenire il reiterarsi di tali situazioni pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica segnalate più volte al Comando di Polizia Municipale di Macerata da parte dei residenti in ordine all’eccessiva rumorosità degli avventori e del locale e alla somministrazione di bevande alcoliche all’esterno del locale durante la fascia oraria vietata.
I controlli, con il concorso di tutte le Forze di Polizia e la Polizia Municipale di Macerata, verranno ripetuti per tutto il periodo estivo a tutela delle giovani generazioni che in alcuni giorni della settimana affollano il centro storico della città e a tutela dei cittadini residenti in questo centro storico.
Il Questore Pignataro: “lo scopo dei controlli operati dalla Task Force non è certo quello di creare problemi economici ai locali del centro ma è quello di difendere le giovani generazioni dai danni causati soprattutto dall’alcool. Quindi il provvedimento adottato oggi nei confronti di un locale del centro vuole essere non una punizione nei confronti ma un monito, un richiamo a tutti i gestori dei locali del centro storico a svolgere il proprio lavoro non soltanto guardando i legittimi interessi ma con la consapevolezza che dal loro comportamento dipende anche la salute di tanti ragazzi alcuni dei quali nelle scorse settimane sono stati soccorsi mentre versavano in stato di coma etilico con grave pregiudizio per la loro salute e perfino per la propria vita”.