Macerata, sold out la prima edizione di “Torpedine”

25


MACERATA – Entrambi gli appuntamenti sold out, lo scorso weekend, nell’auditorium della Biblioteca Mozzi Borgetti per la prima edizione del festival di musica elettroacustica “Torpedine”, nato da un’idea dell’assessore alla Cultura e all’Istruzione Katiuscia Cassetta e realizzato dall’Associazione Nuova Musica in collaborazione con il Comune di Macerata e i collettivi del Museodelsynt /AcusmatiqMatme.

“Un desiderio che ho condiviso dall’inizio del mio mandato con vari appassionati della musica elettronica del nostro territorio – commenta l’assessore Cassetta – il desiderio di offrire un Festival di musica elettronica guardando ai migliori Festival del mondo e accogliere un pubblico giovane, curioso ed interessato ad un genere d’avanguardia. Non è però stato facile organizzare lo scorso anno un evento complesso e che mettesse insieme tanti attori a causa della pandemia, ma non abbiamo mollato e credo che aver accolto per la prima volta  in Biblioteca il primo Festival dedicato all’elettronica in città possa renderci tutti fieri dei primi concerti organizzati, una commistione di arti e di poesia grazie agli artisti coinvolti dall’Associazione Nuova Musica, garanzia di  eventi di qualità dedicati musica contemporanea. Ora la sfida di far crescere la curiosità e l’attenzione mettendo insieme risorse e competenze e aprirci ancora di più integrando il Festival con performing art, danza  e musica. Ringrazio il personale dell’ufficio Cultura e della Biblioteca per aver sostenuto l’idea e aver collaborato per la riuscita dell’evento.”

Il primo evento è stato condotto dal compositore e docente Stefano Sasso dal quale sono state presentate le proiezioni di film di animazione di diversi artisti come Simone Massi, vincitore del premio David di Donatello nel 2012 e autore di diverse sigle della Biennale Cinema di Venezia, Mara Cerri e Magda Guidi di cui Sasso ha curato la sonorizzazione. A seguire una improvvisazione audio/video con il video artista piemontese, ma marchigiano di adozione, Loris Cericola.
Il secondo appuntamento è stato “Endecasillabi”, un concerto per strumenti elettronici ed acustici e riproduzione fonografica meccanica di alcuni canti selezionati dalle tre cantiche della Divina Commedia letti da interpreti storici: Giorgio Albertazzi, Arnoldo Foà, Carlo D’Angelo, Vittorio Gassman. Hanno partecipato a questa applauditissima performance Paolo Bragaglia, elettronica, fonografo, Roberto Paci Dalò, clarinetti, flauti, elettronica, Giacomo Piermatti, contrabbasso, elettronica, Gianluca Gentili, chitarra, elettronica e Rosita Ippolito, viola da gamba, lirone.
Gli artisti sono rimasti molto colpiti dalla bellezza e funzionalità dell’Auditorium una location perfetta per questo genere di eventi e dalla disponibilità del personale della Biblioteca che ha collaborato alla realizzazione di questa iniziativa.